Microsoft premia con nuove borse di studio progetti accademici nell’ambito mobile

MobilityNetworkWlan

L’Italia si è aggiudicata 4 borse di studio del valore di 25.000 dollari ciascuna

A sostegno dell’innovazione accademica, Microsoft ha assegnato alcune borse di studio a college e università di tutto il mondo. La società ha infatti annunciato di aver premiato 77 istituzioni accademiche di oltre 25 Paesi del mondo attraverso il riconoscimento «Innovation Excellence Awards for Windows Embedded», stanziando un totale di 1,7 milioni di dollari per finanziare nuovi progetti di ricerca e lo sviluppo di corsi di studio basati sulle piattaforme Microsoft Windows Embedded. Le borse di studio sono state assegnate da Microsoft University Relations in collaborazione con Microsoft Windows Embedded Academic Program (WEMAP), un’iniziativa che fornisce gratuitamente a docenti e ricercatori accademici l’accesso a codice sorgente, tool di sviluppo e supporto Microsoft. Per partecipare all’Innovation Excellence Awards for Windows Embedded, oltre 120 college e università di tutto il mondo hanno inviato più di 130 proposte di ricerche e corsi di studio che includevano l’uso di Windows CE .NET o Windows XP Embedded. Le borse di studio sono state assegnate sulla base di numerosi criteri come merito scientifico, innovazione e accessibilità pubblica. Il Windows Embedded Academic Program, rivolto a college, università e istituzioni accademiche di tutto il mondo, permette di avviare nuovi corsi di studio e progetti di ricerca e mette a disposizione dei partecipanti la licenza Windows Embedded Academic Curriculum License (WEACL) che consente di accedere a oltre 2 milioni di linee di codice sorgente per mezzo della Windows CE Shared Source License. La licenza WEACL permette infatti di creare progetti e modificare il codice a fini di sviluppo, test e valutazione. Attraverso la licenza WEACL Microsoft fornisce inoltre assistenza, tool di sviluppo, materiale Microsoft Official Curriculum per Windows XP Embedded e per Windows CE .NET. L’Italia si è aggiudicata 4 borse di studio, per il valore di 25.000 dollari ciascuna, grazie all’ottimo lavoro svolto da alcuni atenei che hanno saputo dimostrare, attraverso ricerche e progetti innovativi, la validità degli studi compiuti. Per l’Italia sono stati premiati il Prof. Daniele Nardi del Dipartimento di Informatica e Sistemistica, dell’Università di Roma La Sapienza, per il progetto «RoboCare: Mobile robots and appliances to support the elderly people»; il Prof. Giovanni Malnati del Dipartimento di Informatica e Automatica, del Politecnico di Torino, per il progetto «A Bluetooth based Indoor Positioning System for Handheld Devices«; il Prof. Antonio Costernino del Dipartimento di Informatica dell’Università di Pisa, per il progetto «R2D2: Robotica Embedded Software Agents for XPE and CE»; e il Prof. Maria Giovanna Sami del Politecnico di Milano dell’Istituto Alari Lugano, per il progetto Research and analisys of IPSec MIPv6 usage on a mobile scenario». «I nostri programmi di studio e di ricerca sono orientati nell’esplorazione di piattaforme tecnologiche flessibili e affidabili. Microsoft Windows CE .NET e Windows XP Embedded sono sicuramente delle piattaforme la cui esplorazione e di forte interesse per le nostre ricerche», ha dichiarato il Prof. Daniele Nardi, Università La Sapienza Roma. «Il riconoscimento ottenuto ci consente di sviluppare nuovi progetti e compiere sperimentazioni utilizzando lo stato dell’arte nella tecnologia embedded e promuovendo al contempo la collaborazione all’interno degli istituti accademici».

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore