Microsoft propone l’integrazione delle tecnologie e degli strumenti per il gioco

AccessoriWorkspace

La società di Redmond fornirà strumenti per consentire agli sviluppatori
di creare giochi compatibili sia con il computer che con l’Xbox.

La piattaforma, chiamata XNA, è stata annunciata alla Game Developers Conference in svolgimento a San Jose, in California, da Robbie Bach, Senior Vice President Home and Entertainment Division di Microsoft, e da J Allard, Corporate Vice President, Xbox Platform e Chief XNA Architect. Il nuovo toot di sviluppo sarà pronto per l’estate. I titoli destinati alle versioni future delle piattaforme per videogiochi di Microsoft, tra cui Windows, Xbox e i dispositivi basati su Windows Mobile, saranno realizzati grazie agli strumenti e alle tecnologie derivanti dalla piattaforma di sviluppo XNA. La società ha presentato altre novità per videogiochi nelle aree online, input, grafica e audio. Gli strumenti di sviluppo per Xbox Live per operazioni come la sicurezza, il login, la gestione degli amici, l’organizzazione di incontri e i pagamenti dei servizi saranno resi disponibili agli sviluppatori Windows. Questi strumenti semplificheranno la creazione su Windows delle stesse esperienze di online gaming che gli appassionati sono ormai abituati a ritrovare su Xbox. Sul fronte dell’input, Microsoft svilupperà nell’ambito di XNA il design di riferimento per un controller comune e unificherà le API di input e gli standard dei pulsanti su tutte le piattaforme. Il risultato sarà una linea di controller comuni per i giocatori Windows e Xbox. Tale iniziativa spingerà i produttori di periferiche a creare una nuova generazione di dispositivi input comuni a tutte le piattaforme di gioco. Nella grafica e nell’audio, tool come PIX (strumento di analisi) e XACT (strumenti per la produzione audio) – in precedenza disponibili solamente agli sviluppatori Xbox – saranno disponibili anche su Windows all’interno di XNA. Allo stesso modo, innovazioni tipiche di Windows come HLSL (High-Level Shader Language) saranno portate su Xbox. API DirectX e il sistema di sviluppo Visual Studio continueranno a costituire l’ambiente base per entrambe le piattaforme. Nel loro insieme, questi strumenti e queste tecnologie permetteranno di ottenere una qualità d’immagine di livello cinematografico, favorendo la nascita di nuovo software che metterà gli sviluppatori in condizione di gestire con successo la complessità dell’audio e del video ad alta definizione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore