Microsoft prova a evadere dalla Gpl3

Aziende

Il colosso di Redmond, dopo aver stretto l’accordo con Novell nei mesi
scorsi, fa muro contro l’ultima versione della General Public License

Microsoft si barrica contro la Gpl3, appena varata. La terza versione della General Public License ha alzato il livello di scontro contro gli accordi stipulati da Microsoft con Novell, Xandros, Lispire eccetera.Anche Microsoft contrattacca contro il mondo Gnu/Linux: il colosso di Redmond non supporterà la licenz a; tutte le intese siglate non saranno condizionate dalla Gpl3; Microsoft non è legata in alcun modo né tanto meno partecipa alla licenza Gpl3. Microsoft ha modificato anchje lo storico patto con Novell pur di evitare di cadere nei “tranelli” della Gpl3. In particolare i coupon di supporto per SUSE Linux non contempleranno servizi di update o supporto per codice distribuito sotto licenza Gpl3. Il colosso di Redmond ha messo i puntini sulle i per evitare la clausola voluta da Richard Stallman, guru del software libero e presidente della Free Software Foundation,per impedire futuri accordi tra distributori di GNU/Linux e con software house proprietarie come Microsoft. Del resto Novell conterrà a breve sia software sotto Gpl2 che sotto Gpl3: Microsoft ne prende atto e si barrica.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore