Microsoft: ricerca, sviluppo e… assunzioni

Aziende

Nel corso di questo anno fiscale, la multinazionale americana ha annunciato di voler aumentare le spese in ricerca e sviluppo e di voler assumere sino a 7mila nuovi dipendenti.

Buone nuove per il mercato del lavoro, soprattutto per quello americano. Nei prossimi dodici mesi, Microsoft intende assumere da 6 a 7mila nuove persone, di cui tremila per il quartier generale di Redmond negli Stati Uniti. Attualmente la società può contare su circa 57mila dipendenti nel mondo, tra questi circa 28mila sono occupati nell’area di Seattle, nello stato di Washington. Già lo scorso anno, la società aveva predisposto nuove assunzioni, che avevamo portato il totale dei dipendenti da circa 54mila agli attuali 57mila. Tra i programmi per l’anno fiscale da poco iniziato, Microsoft intende aumentare le spese da destinare alla ricerca e allo sviluppo di nuove soluzioni. Un ritocco del 4% che porterebbe la cifra da 4.6 miliardi di dollari a 4.8 miliardi. Nuovi propositi, generati e spinti certamente anche dai recenti risultati finanziari resi noti settimana scorsa, che vedono gli utili di Microsoft nell’ultimo trimestre crescere dell’82% e un fatturato in aumento del 15%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore