Microsoft rilascia l’anteprima di Office 2016 per Mac

MacWorkspace
1 1 Non ci sono commenti

Disponibile la versione di anteprima di Office 2016 per Mac. La suite di produttività, destinata agli utenti Apple, supporta Retina display e si integra con il cloud targato Microsoft

Mentre gli utenti Windows aspettano di vedere le novità contenute in Office 2016, Microsoft ha rilasciato una versione di anteprima di Office 2016 per Mac. La preview della suite di produttività, destinata agli utenti Apple, si allinea all’esperienza dei clienti Pc di Microsoft.

La nuova release di Office per Mac condivide “l’esperienza Office” senza compromessi, secondo Microsoft. La suite è stata ottimizzata per trarre vantaggio da funzionalità uniche della piattaforma Mac OS X, che estende il supporta il full Retina display e alla grafica ottimizzata per Retina display.

La suite Office 2016 per Mac è in versione preview
La suite Office 2016 per Mac è in versione preview

Office 2016 per Mac, inoltre, è integrato con i servizi cloud di Microsoft, cosicché gli utenti possono accedere documenti su OneDrive, OneDrive for Business e SharePoint.

Microsoft allinea Office per Mac alla versione per altri dispositivi. Ciò riflette il tentativo di Microsoft di spingere gli utenti ad abbracciare il modello di licensing in abbonamento.

Kirk Koenigsbauer, corporate vice presidente del team del client apps e servizi di Office 365 di Microsoft, ha spiegato in un post sul blog Office for Mac, che è stata rivisitata l’interfaccia utente (UI) delle applicazioni presenti nella suite. La UI è stata modernizzata e resa più semplice d’uso e immediata. I ribbon sono stati ridisegnati per essere organizzati in modo più intuitivo. L’utente può posizionare, ridimensionare e ruotare a piacere, in modo da realizzare comodamente il layout voluto. Un esempio: Word ha una design tab in grado di gestire layout, colori e font in un documento; inoltre, Word adesso include i commenti in thread, in modo da seguire con facilità le modifiche in un document con più autori.

L’app Excel introduce il supporto per le stesse funzioni di Excel 2013 per Windows. Con questa mossa, si semplifica la condivisione di file attraverso le piattaforme, in linea con l’entusiasmo espresso da Microsoft nell’era di Satya Nadella verso il supporto al cross-platform.

Office 2016 per PC è attualmente disponibile in preview per pochi, e Microsoft non ha ancora detto quando l’aprirà al pubblico, anche se Julia White, general manager del team di Office product management, ha parlato della seconda metà dell’anno.

Office 2016 per Mac, vantaggi per tutti

Office 2016 per Mac, che arriverà nella versione definitiva nella seconda parte dell’anno, presenta già non pochi vantaggi, sia per Microsoft, sia per gli utenti Mac.

Per Microsoft, perché è indubbio che Office per Mac 2011 (sì avete letto giusto, 2011), che è l’unica disponibile anche oggi per il download quando si sottoscrive Office 365, e si possiede un Mac, è un’offerta più che datata. Poi bisogna tenere conto che si tratta di una versione di ben 5 anni fa, un tempo infinitamente lungo. Ora con Office 2016 per Mac il balzo in avanti è ‘quantico’. Una vaga idea si può già assaporare installando anche solo Outlook rinnovato, che è disponibile da tempo. Microsoft in questo modo porterà a un servizio tipo Saas, molti più utenti Mac finora costretti a fossilizzarsi su un pacchetto datato ma comunque costoso. Come si sa la quota di market share di utilizzatori di computer Apple è molto più elevata negli Usa che in Europa, ma anche qui è in crescita. Office 2016 per Mac tra l’altro riallineerà le versioni Mac e Windows, perché è in preparazione anche la versione per il sistema operativo Microsoft.

PowerPoint 2016 per Mac
Office 2016 per Mac – Ecco la vista di presentazione di PowerPoint

 

Allo stesso tempo è impossibile non considerare che avere disponibile Office 2016 per Mac potrebbe ulteriormente spostare l’ago della bilancia market-share un po’ più a favore della Mela. In azienda, infatti, è comunque molto ‘rassicurante’ avere la suite Microsoft nativa per MacOS.

Nessuna preoccupazione per tutti quelli che volessero provare la nuova versione insieme a Office 2011: è possibile senza dover disinstallare nulla. Così come era già possibile utilizzare il vecchio Outlook, con il nuovo rilasciato da poco. Chi compie questa scelta, oltre a contribuire allo sviluppo delle nuove applicazioni, godrà di tutti gli aggiornamenti disponibili fino alla data della release finale. Quando l’utente installa la nuova ‘build’ ha assicurato il suo funzionamento per 60 giorni, fino alla successiva, e dopo il rilascio finale potrà usare il pacchetto senza pagare nulla per un mese. Office 2016 funziona però solo con Yosemite, ma anche la build è già in lingua italiana. Buon lavoro.