Microsoft riorganizza l’online

Aziende

La Piattaforma & Servizi si divide in due e Microsoft perde Kevin Johnson. Redmond smentisce di voler rilanciare Windows Vista con una costosissima campagna pubblicitaria

Microsoft

riorganizza la divisione Piattaforma & Servizi, e perde Kevin Johnson. Johnson diventerà Ceo di Juniper Networks, secondo il Wall Street Journal. La divisione Platforms & Services viene divisa in due divisioni separate: la prima unità, Windows e Windows Live team, guidata da un triumvirato di senior vice presidenti (Steven Sinofsky, Jon DeVaan e Bill Veghte); Online Services Business (OSB) sarà invece guidata da una nuova personalità, ancora da nominare. Microsoft sta effettuando ricerche dentro e fuori l’azienda, ma secondo Mary Jo Foley un forte candidato è Brian McAndrews, ex capo di aQuantive (l’azienda di advertising acquisita da Microsoft un anno fa, come risposta all’acquisizione di DoubleClick da parte di Google). Queste notizie mostrano l’attuale fragilità di Microsoft nell’Online , l’unico settore in cui è in rosso. Inoltre la ristrutturazione dell’Online ha il sapore di una resa dei conti, dopo il fallimento dell’Opa di Microsoft su Yahoo! e la fine della Proxy Fight da parte di Carl Icahn dentro il board di Yahoo! (ma questo è un capitolo non ancora del tutto chiuso).

Infine Microsoft smentisce le voci di un costosissimo rilancio da 300 milioni di dollari di Windows Vista. Ne avevamo parlato , sulla scia di Ars Technica , ZdNet , Gizmodo Usa e Boy Genius Report . Ma Crne Seattle Post Intelligencer osservano, citando Microsoft, che si tratta solo di un nuovo banner in cui c’è un link a un sito che risale a gennaio, anche se costantemente aggiornato. Niente di nuovo: nessuna nuova campagna pubblicitaria in Vista.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore