Microsoft, senza tablet Windows, obbliga HP e Dell a fare da sé contro iPad

AziendeDispositivi mobiliMarketingMobile OsMobility

Niente Windows sui tablet contro iPad: Hp e Dell scelgono l’open source. Sui tablet dei vendor Pc salgono Android e WebOs: non Windows 7. E pensare che a volere il tablet fu Bill Gates nel 2001

Chi fa da sé, fa per tre? Dovrebberlo chiederselo HP e Dell, impegnate a inseguire Apple iPad (equipaggiato con l’agile iOS), senza avere alle spalle Microsoft Windows. I tablet Hp Slate Pc e Dell Streak sono costretti a rinunciare a Windows 7 e a scegliere l’open source.

HP è stata costretta a una clamorosa retromarcia (la cancellazione di Slate Pc con Windows presentato in pompa magna al Ces di Las Vegas dello scorso gennaio) e ad un’acquisizione da 1,2 miliardi (Palm con il suo WebOs): Microsoft, dopo aver tirato un tratto di penna su Courier, è ancora nei guai, come all’epoca dei netbook. Ma allora a salvare Microsoft dallo tsunami dei netbook Linux venne incontro il vecchio, ma affidabile Xp (oggi sulla via della pensione definitiva): Xp riuscì a strappare a Linux la maggioranza dei netbook venduti. Ma oggi contro iPad, chi aiuta i vendor Pc? Quale sistema operativo? La risposta è: per ora, Android, targato Google.

Secondo Idc, come riporta Bloomberg, Windows 7 non va bene sui tablet (troppo potente e consuma troppa energia pesando sulla durata della batteria), tanto che c’è chi sta costruendo anti iPad con Google Android. HP ha poi acquisito la piattaforma open source WebOs per realizzare uno Slate Pc all’altezza delle aspettative e del primo vendor del mercato Pc. Dell Streak combina il sistema operativo Android con il chip Snapdragon di Qualcomm.

Streak, il Tablet di Dell
Streak, il Tablet di Dell
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore