Microsoft si unisce a Open Compute Project

AziendeCloudMarketing
Microsoft entra in Open Compute Project
0 2 1 commento

Microsoft entra in Open Compute Project (OCP), iniziativa fondata da Facebook, e svela alcuni dettagli sui server che utilizza nei propri data centre

Microsoft è l’ultima azienda IT ad unirsi a Open Compute Project (OCP), l’iniziativa fondata da Facebook, e sta contribuendo a rerendere note le  specifiche hardware ed altri particolari  relativi ai suoi data centre. Il progetto di Open Compute è stato lanciato da Facebook nel 2011 con l’obiettivo di guidare lo sviluppo di server ed altri hardware più efficienti, più adatti all’economia di scala e alla natura dinamica di data centre moderni su larga scala.A Facebook si sono uniti HP, Dell, Intel e AMD, e adesso Microsoft.

All’ultimo summit Ocp, Bill Laing, vice presidente del Cloud and Enterprise, ha annunciato che Microsoft sta offrendo contributi alle specifiche dei server dedicati al cloud, includendo specifiche hardware, design collateral (CAD e  Gerber file) e codice sorgente di gestione sistemi per server usati nei servizi cloud come Windows Azure, Bing ed Office 365.

Lo chassis è costruito in modo tale da eliminare la necessità di connettere e disconnettere cavi durante la produzione di operazioni e di supporto sul sito, secondo Microsoft, e in modo tale da evitare errori derivanti da cavi andati persi: ciò fa risparmiare 1,100 miglia di cablatura per mettere a punto un milione di server.

Il design è ottimizzato per la produzione di contratti di massa: Microsoft stima di risparmiare 10.000 tonnellate di metalli per ogni milione di server, proiettando un taglio dei costi del 40% ed efficienza energetica del 15% quando è comparata con i server design tradizionali in ambito aziendale.

Secondo Ovum, oggi chi aderisce a OCP tende a preferire Gnu/Linux a Windows, quindi l’ingresso di Microsoft ha lo scopo di dimostrare la sua openness.

Microsoft entra in Open Compute Project
Microsoft entra in Open Compute Project
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore