Microsoft: sotto la lente della commissione Ue per il Drm?

Aziende

L’alleanza fra il colosso di Redmond e Aol di Time Warner potrebbe calamitare le attenzioni della Commissione europea

Sotto la lente di ingrandimento della Commissione europea finisce il Drm, che è alla base di un accordo strategico fra Microsoft e Time Warner. I due colossi stanno studiando la difesa del copyright sotto diversi profili: Microsoft ha varato Janus, una tecnologia Drm per difendere i contenuti protetti da copyright, mentre America Online, divisione di Time Warner, si è già dimostrata interessata alla tecnologia sviluppata da casa Redmond. Un’altra azienda del settore ContentGuard Holding sta nel frattempo fornendo tecnologia anticopia di file protetti e ha realizzato eXtensible rights Markup Language (XrML), che sta riscontrando un certo favore. Già Sony è concessionario della licenza di ContentGuard, e l’azienda vorrebbe spingere la tecnologia verso l’adozione da parte delle industrie dei contenuti. Secondo alcuni osservatori, gli sforzi di Microsoft per far adottare il suo sistema Drm come standard potrebbe causare attrito con altre aziende che stanno sviluppando sistemi anticopia. La Commissione europea starebbe quindi monitorando la situazione in chiave antitrust.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore