Microsoft sposa i 64 bit

Management

Dalle prossime release di software verrà abbandonato il supporto ai sistemi a 32 bit

Il software di Microsoft richiederà i 64 bit. Microsoft intende dare una spinta all’upgrade lato server. All’IT Forum di Barcellona, il colosso di Redmond ha annunciato che nelle versioni in cantiere dei prossimi prodotti verrà

abbandonato il supporto ai sistemi a 32 bit. Exchange Server 12 rappresenterà il primo update in uscita solo a 64 bit: richiederà cioè un processore Intel o Amd con estensioni a 64 bit e una versione di Windows Server a 64 bit. La prima release è prevista a inizio 2007 insieme al rilascio di Windows Server Longhorn. Longhon supporterà sia i 32 che i 64 bit, tuttavia Small Business Server avrà esclusivamente una versione a 64 bit. Analogamente per Windows Compute Cluster Server 2003, in beta, che non sarà disponibile a 32 bit.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore