Microsoft studia Windows unificato

ManagementMarketingSistemi OperativiWorkspace

Dalla Worldwide Partner Conference (WPC) emerge la voglia di un unico Windows. L’abilità di Microsoft consiste in genere nell’unificare ecosistemi collegandoli a servizi cloud

Chiusa la conferenza Wpc di Los Angeles davanti a 15 mila partner, si dice che Microsoft abbia espresso fra le righe la voglia/necessità di un unico Windows: un sistema operativo per PC, tablet e smartphone. Il dado è tratto ma non si sa quanto Microsoft possa impiegare per mettere in cantiere un sistema operativo comune “core” che consenta agli sviluppatori di costruire applicazioni attraverso molteplici dispositivi.

La super esperta del mondo Microsoft Mary-Jo Foley ha osservato che Andy Lees di Microsoft alla Worldwide Partner Conference (WPC) ha detto di voler portare different device insieme su “un ecosistema unificato“. Kevin Turner ha poi detto che l’abilità di Microsoft consiste proprio nell’unificare ecosistemi collegandoli a servizi cloud.

Microsoft avrebbe l’intenzione di armonizzare non solo Windows per PC e Windows Phone, ma anche il sistema operativo per Xbox. Quando? Nei prossimi anni, fra il  2015 / 2016 (secondo This is My Next). Nel frattempo Microsoft sta pianificando un nuovo modello di programmazione di applicazioni per Windows 8, nome in codice Jupiter, con un layer XAML/UI su Windows API e framework (fonte: ZdNet). Juniper porterà un’animazione più fluida e una tipografia più ricca.

Dopo aver più voilte bacchettato il concorrente Google perché ha due sistemi operativi, Android per smartphone e tablet, e Chromebook per i laptop, Microsoft sonda le possibilità di un sistema operativo Windows unificato fra il  2015 / 2016.

Leggi anche Gizmodo: Il nuovo tablet da 10 pollici di Dell pronto per Windows 8

I partner Microsoft a Wpc
I partner Microsoft a Wpc
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore