Riconoscimento vocale, Microsoft svela un sistema di traduzione automatica

ManagementMarketingWorkspace
Il sistema di traduzione automatica di Microsoft è in test @ shutterstock

Microsoft testa il nuovo sistema di riconoscimento vocale e del linguaggio. S’avvicina il traduttore universale equivalente a quello di Star Trek

Microsoft ha offerto una demo di sistema di traduzione automatico. Il sistema di translate-as-you-talk è sperimentale, ma promettente. È ancora in fase di sviluppo, ma dimostra quanto Microsoft sia consapevole dell’importanza dell’input vocale (dalla ricerca al riconoscimento vocale, vedi la Beta di Siri su Apple iOS o Google Voice Search su Android ma anche sull’app di Google Search per iOS, anche su Google Tv). Rick Rashid, chief research officer di Microsoft, ha offerto una dimostrazione della tecnologia in Cina, illustrando una sua presentazione tradotta dall’inglese al cinese in una voce simile alla sua.

Rashid ha spiegato che, a differenza di precedenti sistemi di riconoscimento del linguaggio, basati sull’analisi delle onde sonore e dei modelli di linguaggio, in merito ai comandi da riconoscere, il nuovo sistema fa leva su un processo detto di “neural networking”, designato a funzionare in maniera simile alla rete neuronale del cervello umano.

Il sistema è in grado di riconoscere, meglio e con maggior efficacia, il linguaggio e tradurre le parole in più lingue, seguendo l’ordine delle parole e la presentazione testuale. Il riconoscimento vocale e del lingiuaggio, fa un nuovo balzo in avanti? La dimostrazione è affidata a un processo in cui le parole di Rashid sono state catturate dalla voce al testo in inglese, poi tradotte in cinese e riproposte in linguaggio parlato. Inoltre, il sistema ha analizzato la frequenza vocale propria e unica di Rashid per riprodurla, nel broadcast testuale, con voce simile alla sua.

Non dovremo aspettare fino al 22o secolo per assistere un traduttore universale equivalente a quello che abbiamo visto in Star Trek e possiamo sperare che le barriere per capire i languaggi siano rimosse. Le barriere per capirci l’un con l’altro saranno rimosse” ha scritto un visionario, ma pragmatico Rashid nel suo blog post.

Il sistema di traduzione automatica di Microsoft è in test @ shutterstock
Il sistema di traduzione automatica di Microsoft è in test
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore