Microsoft-Ue, nuova lite per documenti antitrust

Aziende

In gioco sarebbe il diritto alla difesa del colosso di Redmond

Microsoft vuole allungare la deadline e va al contrattacco. Il botta e risposta tra il colosso di Redmond e la Ue è diventato quotidiano e la situazione si fa sempre più complessa. Ora Microsoft chiede alla Ue l’accesso ai documenti Antitrust al fine di ottemperare alle decisioni della Commissione europea. Secondo il Financial Times,Microsoft avrebbe di fatto accusato la Ue di violazione del diritto di difesa. L’Unione europea ha continuato a rispondere che se il colosso di Redmond non accoglierà le note raccomandazioni sull’interoperabilità, potrebbe essere multata fino a 2 milioni di euro al giorno. La Commissione ha per il momento bollato le accuse di Microsoft come premature. Il braccio di ferro, che prosegue dal marzo 2004, non trova pace e il 15 febbraio si avvicina inesorabilmente.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore