Microsoft usa Linux per testare i propri prodotti

Management

Il colosso ha deciso di effettuare un confronto tra Linux e Windows in test di laboratorio.

Allo scopo di comprendere meglio il suo principale concorrente, Microsoft ha impiegato Linux e altro software open source presso un centro di sperimentazione in cui normalmente i suoi utenti business provano i prodotti Microsoft. AllEnterprise Engineering Center di Redmond, Microsoft ha installato il sistema operativo Linux, web server Apache, database MySQL e il software Open LDAP su computer basati su architettura Intel, come spiega Martin Taylor, responsabile di recente nomina che si occupa della strategia di Microsoft contro la concorrenza di Linux. Il progetto ha preso avvio a maggio, con l’obbiettivo iniziale di determinare il tipo di risorse necessarie nella costruzione del tipo di piattaforma open source che potrebbe trovarsi in un tipico ambiente business. «Per noi si tratta di un’opportunità di apprendimento» dichiara Taylor. «Quello che interessa a noi è capire cosa possiamo fare e in che modo» utilizzando software open source, ha detto. In seguito, Microsoft ha in progetto di creare un sistema di analisi comparativa utilizzando Windows e i suoi prodotti server per verificare come Windows e Linux si comportano in una serie di scenari diversi di carichi di lavoro. La mossa è l’ultima in termini di tempo e fa parte del piano di Microsoft di dimostrare che Windows ha vantaggi sia tecnici che economici rispetto a Linux, che ha ottenuto share nel mercato server a spese di Microsoft. In occasione di un meeting con analisti finanziari, tenutosi la scorsa settimana, il CEO di Microsoft Steve Ballmer ha sostenuto che il total cost of ownership di Windows è inferiore a quello di Linux, mentre Bill Gates ha affermato che Microsoft è migliore nel risolvere in tempi brevi i problemi software, rispetto ai prodotti open source.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore