Business IntelligenceData

Microsoft vuole usare i mondi di Minecraft per sperimentare l’AI

Microsoft vuole usare i mondi di Minecraft per sperimentare l'AI
1 1 1 commento

Microsoft annuncia la piattaforma Project AIX, basata su Minecraft, che permette di testare sistemi di intelligenza artificiale (AI) nell’ambiente di gioco

Microsoft acquisì Minecraft  per 2,5 miliardi di dollari nel 2014, seguita dall’acquisizione di MinecraftEdu, ma ora vede i mondi costruiti coi celebri mattoncini come terreno privilegiato per sperimentare l’intelligenza artificiale (AI).

Microsoft vuole usare i mondi di Minecraft per sperimentare l'AI
Microsoft vuole usare i mondi di Minecraft per sperimentare l’AI

Minecraft verrà utilizzato come piattaforma di artificial intelligence (AI). Il popolare gioco consentirà ai sistemi di intelligenza artificiale di imparare come fare le cose.

Tutte le aziende stanno investendo nell’intelligenza artificiale: il software di Google AlphaGo, frutto dell’acquisizione di DeepMind, ha appena vinto a Go il campione del mondo; Facebook punta sul riconoscimento delle immagini; Ibm Watson ora equipaggia un robot impiegato alla concierge degli hotel Hilton; Rbs ha rilasciato Luvo, uno strumento di chat in grado di interagire con lo staff.

Ora tocca a Microsoft annunciare la piattaforma Project AIX, basata su Minecraft, per formare ed allenare gli scienziati a utilizzare sistemi AI per svolgere attività nell’ambiente di gioco. Minecraft è abbastanza sofisticato per i test, ma economico rispetto alla costruzione di robot. Il progetto AIX dovrà non solo imparare a giocare, ma anche a collaborare nella costruzione e nella soluzione dei problemi. AIX sarà un add-on open source, che non richiederà pagamenti extra: adesso è in beta, ma sarà rilasciato in estate, nel terzo trimestre.

Microsoft ha acquisito SwiftKey, una tastiera virtuale predittiva, fondata sull’intelligenza artificiale: con questa mossa, Microsoft conferma il proprio interessamento nell’argomento.
L’AI rappresenta il nuovo terreno di sfida fra le Big IT: Microsoft ha infuso AI in Cortana e ha investito nel team Project Oxford, per allenare i Pc a riconoscere otto stati emotivi.

ITespresso è il sito di tecnologia dedicato a tutti coloro che sono appassionati dei trend del mercato IT, non solo di nuovi prodotti (smartphone, tablet, app innovative…) ma anche dei fenomeni che stanno cambiando il modo di lavorare: virtualizzazione, collaboration, cloud, byod. Attento alle innovazioni apportate dal mondo social, ITespresso guarda con interesse le dinamiche dei social network, da Facebook a Google, dando consigli e strumento concreti anche alle piccole e media imprese per utilizzare l’IT a vantaggio del business.

Seguici