Microsoft Windows Live Beta

Management

Un insieme di programmi e servizi Internet progettati per permettere all’utente di gestire, all’interno di un unico ambiente integrato, le informazioni e le relazioni che gli stanno più a cuore

Punto di accesso ai principali servizi Internet (posta elettronica, messenger, motori di ricerca, news, meteo): è questo, in due parole, il progetto Windows Live di casa Microsoft. Per entrare nel sistema è sufficiente digitare nell’Url del browser l’indirizzo www.live.com , scegliere il link “Accedi” e inserire username e password scelti in fase di registrazione. Dopodiché, una volta loggati al sistema, potremo personalizzare a piacere la homepage per visualizzare i contenuti utilizzati con maggior frequenza. Windows Live è quindi una pagina Web personale che può contenere una serie di servizi utili, scelti secondo le proprie esigenze e accessibili sempre e ovunque, anche da un dispositivo mobile. Tra questi è interessante citare: un motore di ricerca, un sistema integrato per l’accesso via Web alla posta elettronica di Hotmail, un gestore di bookmark e un aggregatore di contenuti e news che offre all’utente anche la possibilità di impostare la lingua predefinita e tra quelle disponibili c’è anche l’italiano. Purtroppo la localizzazione in italiano della pagina iniziale di benvenuto è molto scarna rispetto a quella inglese. È comunque possibile accedere alla visualizzazione completa delle sue funzionalità semplicemente selezionado l’opzione “Impostazioni” e modificando la lingua di default dell’interfaccia. Il punto di forza dell’intero sistema è rappresentato da Windows Live Search ( http://search.live.com ), uno strumento appositamente studiato da Microsoft per velocizzare la ricerca di informazioni online e trovare con rapidità ogni tipo di documento, file multimediale o messaggio di posta elettronica. Windows Live Search sfrutta in particolare funzionalità Web avanzate per creare una esperienza dinamica di ricerca: gli utenti potranno così visualizzare l’anteprima dei risultati di ricerca, intervenire su una sorta di “slider bar” per mostrare più informazioni su un risultato, e sfruttare la funzione “smart scroll” per visualizzare i risultati senza dover spostarsi da una pagina all’altra. Si possono effettuare ricerche di vario genere, non solo sul Web ma anche nella propria posta, nelle notizie e nei propri feed Rss. Tramite un modulo ad hoc, denominato Windows Live Search beta for Mobile, è possibile utilizzare dispositivi portatili per cercare su Internet qualsiasi cosa, proprio come in un Pc. I risultati delle ricerche vengono poi formattati in base alle dimensioni dello schermo, per consentirne la lettura senza difficoltà. Oltre però a garantire una ricerca rapida e veloce dei file su Internet, Windows Live Beta integra alcuni elementi accessori aggiuntivi che permettono una migliore gestione delle informazioni personali, dei bookmark e della posta elettronica. È il caso per esempio di Windows Live Favorites (http://favorites.live.com/), un sistema che consente all’utente di creare online il proprio bookmark, aggiungere i link presenti nella cartella Preferiti del browser, organizzarli in categorie e condividerli con altri utenti della comunity Windows Live, nonché scoprirne di nuovi legati ad argomenti correlati. Windows Live Mail ( http://mail.live. com ) invece è un servizio che permette di accedere via Web a una casella di posta elettronica Microsoft dalle caratteristiche davvero innovative: 2 Gbyte di spazio a disposizione, funzionalità di drag & drop, interfaccia intuitiva ereditata da Outlook e controllo della posta indesiderata. Una funzionalità per ora disponibile nella sola lingua inglese è il riconoscimento linguistico e la correzione automatica: attendiamo il rilascio della versione italiana. Per quanto riguarda la sicurezza online, con il modulo Windows One- Care Live ( http://onecare. live.com ) è possibile mettere a disposizione degli utenti una interfaccia integrata per la gestione di una suite di applicazioni per garantire la sicurezza e l’affidabilità del proprio Pc; al suo interno sono inclusi un firewall uguale alla versione presente nel Service Pack 2 di Windows, un antivirus e un’applicazione per la gestione dei backup. Con Windows Live Safety Center ( http://safety.live.com ), che include i servizi di Protection, Clean Up e Tune Up, si mira invece a proteggere il sistema da virus e spyware, ripulirlo da file temporanei e aumentarne le prestazioni con operazioni periodiche di Tune Up che permettono di rimettere in forma il proprio hard disk tramite un’attività schedulata di deframmentazione. Un’altra funzionalità apprezzabile è Microsoft Gadgets ( http://gadgets.live. com ) ossia mini-applicazioni programmate per fornire all’utente informazioni utili direttamente sulla sua homepage personalizzata: un esempio potrebbe essere un gadget oroscopo o meteo che gira all’interno di una pagina Web e si aggiorna automaticamente. Microsoft punta molto sugli sviluppatori indipendenti per espandere questi servizi. Windows Live Expo ( http://expo.live. com ) è un marketplace online simile a “Google Base” dove vengono pubblicati gli annunci degli utenti registrati al servizio. L’integrazione con Msn Messenger è molto spinta: Una caratteristica degna di nota è la possibilità di cercare gli annunci non solo per area geografica, ma anche per livello di “conoscenza”: per esempio i buddy del Messenger, le persone con cui abbiamo avuto contatti in email, oppure tutti. Si possono anche salvare le ricerche per richiamarle successivamente, o eventualmente consultarle via feed Rss. Windows Live Call, il nuovo servizio VoIp di Microsoft integrato all’interno di Windows Live Messenger che, oltre a permettere l’invio di messaggi istantanei tramite browser, consente di effettuare chiamate telefoniche tramite Internet. Anche Microsoft lancia quindi la sua sfida a Skype, software attualmente leader del mercato telefonia VoIp. Al momento è abilitata soltanto la chiamata da Pc a Pc, mentre le telefonate da Pc a telefono sono abilitate solo negli Stati Uniti, in Germania e in Gran Bretagna. In Italia è previsto l’inizio del servizio entro l’estate e le chiamate telefoniche saranno rese possibili non solo tramite micropagamenti da parte dell’utente, ma anche dall’advertising. Votazione: 85

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore