Microsoft Windows Live Messenger

Management

La nuova versione del diffuso programma di messaggistica istantanea
aggiunge la comunicazione VOIP e la condivisione delle cartelle.

Microsoft ha recentemente inaugurato un nuovo dominio Internet: ideas.live.com. Il nuovo progetto mira a offrire una rosa di programmi e servizi on-line integrati, studiati per semplificare al massimo la comunicazione e lo scambio di contenuti con altri utenti e con la Rete, senza rinunciare alla sicurezza. Tra i software, il primo a essere rinnovato è MSN Messenger che viene sostituito da Windows Live Messenger.

Una volta installato, Live Messenger sostituisce automaticamente le vecchie versioni di MSN Messenger, importando tutti i contatti e le impostazioni. Al di là dei colori di sfondo e delle icone leggermente differenti, l’interfaccia e il funzionamento sono rimasti pressoché identici e piuttosto intuitivi. Cavallo di battaglia di Live Messenger è ancora la comunicazione che avviene tramite i tradizionali messaggi istantanei, videochiamata con Web cam oppure per telefono tramite il VOIP (Voice Over IP, le telefonate via Internet. In questo ultimo caso sarà possibile chiamare da Live Messenger numeri fissi e mobili (il servizio è a pagamento ed è richiesta la sottoscrizione al servizio Verizon Web Call). È forse quest’ultima la novità più gradita della chat di Microsoft, a patto che entrambi gli utenti utilizzino la stessa versione del software. Bisogna però dire che se dal punto di vista della compatibilità e della facilità di comunicazione, il primato è mantenuto da Skype.

Altra interessante novità di Live Messenger è la possibilità data a due utenti di condividere una cartella: una buona idea, purtroppo limitata dall’impossibilità di visualizzare una vera anteprima dei file condivisi. Alla cartella comune si possono infatti aggiungere file sia off-line che on-line, ma solo all’avvenuta ?sincronizzazione? tra i due utenti (ovvero dopo l’invio automatico dei file) i contenuti di entrambe le cartelle saranno identici. Di fatto si tratta di una funzione comoda solo per lo scambio di foto o documenti di testo e solo a patto di avere una connessione a banda larga.

L’ultima novità degna di nota sono i cosiddetti Alerts, ovvero brevi messaggi informativi che, previa registrazione, informano l’utente su argomenti di suo interesse: in poche parole una sorta di RSS feed personalizzato, purtroppo ancora poco supportato.

Live Messenger, nonostante il cambio di nome, non varia molto la sostanza di MSN Messenger e presta il fianco a ulteriori critiche: per esempio il maggior consumo di risorse rispetto al predecessore e una certa lentezza nell’eseguire le operazioni di condivisione file. Inoltre Messenger si dimostra ancora allergico ai browser diversi da Internet Explorer, l’unica scelta disponibile per accedere direttamente alla casella di posta dal programma.

In conclusione la prima occhiata al progetto Live non lascia particolarmente entusiasti, in particolare perché il costo dell’integrazione dei programmi e delle nuove funzioni di comunicazione si paga in termini di risorse hardware e minor compatibilità con software di terze parti. Windows Live Messenger rimane nondimeno un buon prodotto, che migliora, seppur di poco, le prestazioni del precedente Messenger. Consigliamo l’aggiornamento solo a chi è interessato alle nuove funzioni o alla comunicazione vocale.

UN’ALTERNATIVA?

SKYPE 2.5 ? Gratuito

Software di chat e comunicazione vocale VOIP e video. La nuova versione permette anche l’invio di SMS a cellulari.

Windows Live Messenger

Contatto Microsoft

Tel. 02/70398398

Web http://get.live.com/messenger/overview

Prezzo Gratuito

Facilità d’uso 8

Funzionalità 7

Prestazioni 7

Qualità/Prezzo 8

PRO Ottime le funzioni per la comunicazione vocale CONTRO Lento nell’avvio iniziale

REQUISITI Windows Xp, Pentium III 500 MHz, 128 Mb di RAM

Voto: 7,5

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore