Mike Doyle puo mettere ko la MicroSoft

NetworkProvider e servizi Internet

La causa promossa da Mike Doyle potrebbe eliminare definitivamente la supremazia MicroSoft sui web browser

Bologna – Non e certo una novita che la MicroSoft sia al centro di medie o grandi cause giudiziarie che la vedono come convenuta per violazione di qualche norma brevettuale. Si ricordano, infatti, le cause promosse da America OnLine, Sun e, da ultimo, la recente vertenza – appena chiusasi – con alcuni Stati americano per violazione delle leggi antitrust. Da tutte queste controversie, sostanzialmente, la societa di Redmond e uscita indenne, pur suscitando le ire di una grossa fetta di utenti e di produttori. E di questi giorni la notizia che e stata radicata unaltra causa giudiziaria per violazione di un brevetto appartenente alla societa Eolas Technology Inc. Il leader dellazienda e Mike Doyle che promette una dura battaglia legale contro il potente Bill Gates. Il processo (che dovrebbe entrare nel vivo la prossima primavera) sta assumendo caratteristiche molto interessanti. In primo luogo, Mike Doyle afferma di non voler chiedere alla MicroSoft soltanto il denaro per il risarcimento dei danni subiti dalla violazione in oggetto, ma chiedere alla giuria (che dovra decidere sul caso) di considerare la propria vicenda non dal punto di vista della MicroSoft, ma dalla propria visuale. In secondo luogo, il brevetto che si presume violato dalla software house numero uno al mondo riguarda luso di un algoritmo che consente la comunicazione dinamica e bidirezionale fra unapplicazione nascosta in una pagina web e unapplicazione esterna in poche parole, il funzionamento del browsing in generale. La MicroSoft dovra realmente temere una controversia di tal genere o sara solo lennesima azione di disturbo per un colosso inviso a molti? [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore