Milano capitale high-tech

Workspace

Nell’ambito del convegno Human Technology è stato presentato il comitato
scientifico per promuovere la città.

Non solo moda. Milano è anche capitale della tecnologia. E per supportare questo messaggio è stato creato ad hoc un comitato scientifico. Milano è la prima realtà per la ricerca, ha sette università nonché il 24 per cento della produzione tecnologica e il 37 per cento dei brevetti registrati. Numeri che devono far pensare e riflette, anche sulla “fuga di cervelli” dall’Italia. “E’ ora di farli rientrare”, ha tuonato Ivan Rizzi, direttore del centro sudi della Banca d’Europa e segretario generale del comitato Milano capitale della tecnologia. E un primo passo è stato proprio quello di dar vita a questo comitato che possa trasformare il capoluogo lombardo in un polo di ricerca tecnologica importante. Come? Lo hanno spiegato alcuni membri del comitato alla Triennale, nell’ambito del convegno “Human Technology”. “La prima strada da seguire ? ha detto Rizzi ? è quella di intrecciare relazioni tra scuola, università, ricerca e mercato. Perché Milano è la prima realtà per la ricerca ma la città non ha una chiara coscienza di quello che è. Inoltre, all’università si registra un calo rilevante del numero degli studenti delle facoltà scientifiche a favore di quelle umanistiche”, a eccezione della Statale. “Senza la ricerca ? ha precisato Lucio Pinto, presidente della fondazione Tronchetti Provera ? non si va da nessuna parte”. Lo stesso ha poi tirato le orecchie al sistema Italia denunciando il “basso livello di cultura tecnologica in Italia, che determina la nostra scarsa competitività”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore