Minacce in rete, crescita senza sosta

Workspace

Lo sostiene l’ultimo rapporto di Trend Micro, che evidenzia l’intensificarsi
delle attività legate al malware

Le minacce digitali sono aumentate in media del 163% rispetto all’anno passato e per il 2007 si stima una ulteriore crescita, in particolare per quanto riguarda attività di malware che colpiscono i siti di social networking. E’ quanto si afferma nell’ultima ricerca condotta da Trend Micro. I dati raccolti dimostrano che nel corso del 2006 il crimine organizzato ha continuato a perpetrare estorsioni, furti dell’identità e operazioni di spionaggio aziendale. L’analisi sottolinea inoltre la crescita degli attacchi rivolti ai dispositivi mobili e la sempre maggiore importanza del guadagno economico come motivazione principale degli attacchi. Quest’anno per esempio, afferma Trend Micro, abbiamo assistito a un forte aumento dello spam basato su immagini, che ha dato un forte impulso al commercio di farmaci contraffatti. Si è anche rafforzata l’alleanza tra hacker e creatori di spyware e malware, con l’obiettivo di truffare aziende e singoli cittadini. Stanno inoltre aumentando gli attacchi mirati o diffusi a livello regionale, a scapito di quelli su larga scala. Le minacce stanno cambiando volto, secondo Trend Micro, con il coinvolgimento di un numero di utenti più basso e l’uso frequente di diverse tipologie di malware, per dare vita ad attacchi a tecnica mista.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore