Mininotebook economici: è giunto il momento!

Management

Piccoli, leggeri, con un display da meno di 11 pollici e un prezzo aggressivo (inferiore ai 500 euro): è questo l’identikit degli ultra-portatili su cui scommettono i protagonisti del mercato.Acer, Gateway, Packard Bell, Everex e Asus (ma non solo) sono pronti a darsi battaglia. Fuoco alle polveri da Asus, con Eee PC. Ai mini-notebook non manca nulla per lavorare comodamente in viaggio, sono dotati di interfaccia semplificata, Windows, ma anche sistemi operativi open source gratuiti.

Gli UmPC non possono certamente sostituire la macchina su cui si lavora abitualmente in ufficio, ma l’arrivo dei modelli più economici pone non pochi dubbi a chi è indeciso tra l’acquisto di un mini-notebook superpotente, spendendo una cifra indubbiamente importante (anche sopra i 1.500 euro), o un modello certamente con qualche limite (per esempio la tastiera e lo schermo sacrificati) ma più economico (meno costoso per esempio di un iPod Touch da 16 GB) e con caratteristiche vantaggiose come le memorie allo stato solido, più affidabili.

L’impegno di Intel con la sua piattaforma Shelton, che arriverà nel terzo trimestre del 2008 con processori a singolo core da 1,6 GHz e chipset 945 GSE (la grafica è integrata), potrebbe rappresentare una svolta e sancire la maturità e il successo di questo nuovo segmento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore