Mininova abbraccia la lagalità: quale futuro per il P2p?

CyberwarSicurezza

È la fine di un’era per il P2p classico. Un tribunale olandese ha condannato per violazione del copyright Mininova, uno dei più popolari siti di Torrent. E Mininova ha reagito cancellando migliaia di link illegali. A portare Mininova alla sbarra era stata Brein: adesso Mininova cambia pelle e sposa le legalità. Solo pochi giorni fa Pirate Bay, la più vivace community del P2p, ha dato l’addio al Tracker. Nel mare dei Pirati, il file sharing sta cambiando? C’è chi dice che il futuro della pirateria sarà in streaming oppure via Bluetooth o IM

Pirate Bay dà l’addio al Tracker e cambia pelle. I fondatori della Baia dei Pirati hanno annichilito Pirate Bay, la più viva comunità del P2p, emblema della tecnologia BitTorrent, per sposare una nuova forma di peer-to-peer network: un sistema decentralizzato per consentire agli utenti di trovare i peers. E’ la fine di un’era, dicono i pirati. Il Tracking sarà gestito tramite Distributed Hash Table (DHT) o Peer Exchange (PEX), nodi e file torrent file saranno distribuiti sfruttando “Magnet Links”.

Pochi giorni fa Mininova ha reagito alla sentenza di condanna in Olanda cancellando migliaia di link illegali. A portare Mininova alla sbarra era stata Brein: adesso Mininova cambia pelle e sposa le legalità. Mininova è uno dei 100 siti più visitati al mondo ed ha consentito nel passato il download di più di 10 miliardi di file musicali, film e videogame non autorizzati.

Ma la pirateria non molla: il file sharing è soppiantato da altre tecnologie come il trasferimento di contenuti da dispositivo a dispositivo via Bluetooth o l’instant messaging. Anche la pirateria via streaming sta avendo successo, grazie alle connessioni sempre più veloci e alla diffusione della banda larga. Ciò significa che il pirata non dovrà più effettuare downlad clandestini, non dovrà più scaricare nulla, e il P2p crack-down sarà sempre più difficile.

Quale futuro del P2p? Finita un’era, i pirati voltano pagina. Ma non è detto che i detentori dei diritti, possano cantare vittoria, dopo anni di guerra e rimpiattini: c’è chi dice che il futuro della pirateria sarà luminoso e in streaming. Insomma, per vincere la pirateria digitale, c’è ancora da lavorare di gran lena.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore