Mobile sicuro? No grazie

CloudServer

Il risultato di una ricerca condotta da Pointsec ha evidenziato come i supporti rimovibili all’interno delle aziende costituiscano un pericoloso punto debole

Almeno due terzi dei professionisti It interpellati ha ammesso di utilizzare normalmente chiavi Usb per memorizzare informazioni aziendali

e di non proteggere i dati archiviati sui questi dispositivi con opportune tecnologie di codifica. Il sondaggio ha messo in evidenza come questa mancanza di protezione avvenga più per pigrizia che per ignoranza. Questa superficialità può esporre le aziende, nel caso in cui tali supporti venissero persi o sottratti, a rischi di estorsione, furto di dati sensibili e daneggiamento d’immagine Tra gli altri dati emersi dall’indagine: – i supporti removibili di memorizzazione sono utilizzati normalmente in almeno l’84% delle aziende interpellate – Almeno il 31% dei dipendenti utilizza normalmente dispositivi di memorizzarione removibili all’interno dell’azienda – Il 41% dei professionisti IT che utilizza normalmente dispositivi di archiviazione Usb flash non sa quanto possa essere facile proteggere i dati su tali periferiche

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore