Modifiche per le licenze Microsoft

Aziende

Dal 1° aprile cambia la politica delle licenze in Microsoft si pagherà in funzione di quanto usato e non in base a quanti processori ci sono nel server.

Taglio dei costi per chi usa server partizionati. Lo annuncia Microsoft che dal 1° aprile intende favorire un impiego dei server sempre più legato alluso effettivo, più che al numero totale dei processori esistenti. Un cambiamento di rotta che consente un notevole risparmio a coloro che usano sistemi operativi Microsoft sui server. La nuova politica di licensing, spiega Microsoft, verrà applicata su diverse soluzioni, tra cui Sql Server, BizTalk Server 2002, Internet Security e Acceleration Server 2000. Ma è previsto anche il coinvolgimento di altre applicazioni come Commerce Server 2002, Content Management Server 2000 e Host Integration Server 2002. Non sono inseriti invece nè Windows nè Exchange. Il nuovo schema di licensing potrà essere adottato anche da coloro che usano applicazioni più vecchie. La svolta è determinata, secondo Harlet Sitner, senior product manager in Microsoft enterprise communications, da uno scenario di mercato con una concorrenza sempre più forte e dove è necessario far fronte a budget sempre più risicati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore