Mods: arriva il dopo Dvd

Management

Mentre continua la guerra tra i formati, Mods (Multiplexed optical data
storage) è stato presentato a Taiwan settimana scorsa e promette di archiviare enormi quantità di dati

Supporti ottici da 1 Terabyte, mentre le aziende stanno ancora disquisendo se i Dvd arriveranno a 25 Gbyte, sembra utopia. Ma la scienza pensa già al dopo Dvd. Mods (Multiplexed optical data storage) è stato presentato a Taiwan settimana scorsa e promette di archiviare ingenti moli di dati, permettendo back up a livello aziendale. Nel mercato ora la fantasia potrebbe accontentarsi dei 25 Gbyte (5 volte l’attuale archiviazione di un Dvd) che, impiegando luce Blu-ray o Hd Dvd, porterà i Dvd a elevati livelli di memorizzazione. La guerra tra Blu-ray e Hd Dvd sta nel frattempo ceracando di imporre un nuovo standard: per ora è stato reso noto che Twentieth Century Fox adotterà lo standard Blu-ray. Ma torniamo al futuro di Mods. Centinaia di film, circa 300 è stato calcolato, potranno invece in futuro trovare capienza in un supporto da 1 Terabyte: autori della tecnologia Mods sono l’Istituto di Microtecnologia dell’Universita di Neuchâtel e il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e Informatica dell’Aristotle University di Tessalonica. La novità della tecnologia rispetto a oggi è l’impiego dei dati riflessi da differenti angolazioni che consente di memorizzare, in qualità Dvd, molti più dati.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore