Monte Dei Paschi Di Siena sceglie Cisco

Aziende

Il gruppo bancario italiano potrà sviluppare una strategia di disaster recovery e ridurre i rischi operativi

Grazie all’implementazione delle soluzioni di rete Cisco Systems che integrano data center per consolidare e connettere tra loro le risorse di storage in due data center regionali dislocati in Italia, MPS otterrà un livello superiore di usabilità, disponibilità e continuità dei servizi. Nell’ambito di questo progetto, Cisco Systems e MPS collaboreranno con IBM. MPS (Monte dei Paschi di Siena) dispone di due principali siti di data center dislocati a 90 Km l’uno dall’altro che utilizzano risorse di storage simili. Le storage area network (SAN) sviluppate in ciascun data center sono basate sugli switch intelligenti Cisco MDS 9500 Series e offrono la possibilità di ottimizzare lo storage di elevati volumi di dati su sistemi aperti. Grazie ai recenti sviluppi apportati, i due data center sono oggi interconnessi per mezzo della tecnologia DWDM (dense wavelength-division multiplexing) basata sulla piattaforma di rete Cisco ONS 15540 per i servizi ottici in grado di supportare una soluzione multiservice per il trasporto efficiente di voce, video, dati e traffico storage tra le sedi. Per mezzo dell’infrastruttura DWDM, le informazioni sono replicate in modalità sincrona tra i data center al fine di venire incontro alle esigenze di conformità operazionale. La rete ottica ad elevata velocità, inoltre, permette di ridurre i possibili ritardi nel processo di replicazione delle informazioni lungo i 90 km che separano i due mainframe IBM OS/390 e gli ambienti a sistema aperto. Inoltre la soluzione si inserisce nell’ambito di un progetto complessivo per la centralizzazione dei dati, volto a migliorare il livello di integrità dei dati che riduce la necessità di procedure manuali per verificare la sicurezza dei dati. Le tecnologie Cisco Systems attualmente adottate dai data center MPS includono gli switch Cisco MDS 9509 Multilayer Director e Cisco MDS 9216 Multilayer Fabric che supportano le reti SAN Fibre Channel e le piattaforme ottiche Cisco ONS 15540 per l’interconnessione dei data center

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore