Montecito girerà su Integrity

CloudServer

La linea server di fascia alta di Hewlett-Packard è pronta ad aggiornarsi con
Itanium dual core

HP estende la linea Integrity con i nuovi Itanium dual core. Ogni trimestre i server Integrity raddoppiano le vendite, e oltre metà dei cento centri business a livello mondiale si affidano a Inegrity, che d’ora in poi adotterà il chip Montecito di Intel. Tra le big four dei vendor di server Hewlett-Packard è rimasta l’unica a scommettere di nuovo su Itanium 2 a doppio core di Intel: ma HP è pronta a rilanciare Itanium in versione dual core, proprio sui server di fascia alta della gamma Integrity. Il processore Itanium era stato sviluppato da Intel e hp, sebbene Hp si fosse divorziata dal progetto congiunto, lasciando Intel da sola. Ibm e Dell, che inizialmente avevano appoggiato l’iniziativa con offerte basate sui chip Itanium, avevano a loro volta abbandonato il supporto. Ma Hp ha affermato che i server Integrity, equipaggiati con Itanium, stanno dimostrando interesse: raddoppiano le vendite di trimestre in trimestre. E Montecito, l’Itanium 2 dual core, promette bene, migliorando le prestazioni. HP è dunque pronta a introdurre i nuovi server Integrity rx6600 e rx3600 che, dedicati alla business intelligence e ai transactional database, sono disponibili con sistemi operativi HP-UX 11i, Microsoft Windows, Linux, o Open Vms.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore