Montecitorio wireless

MobilityNetworkWlan

L’Italia potrà vantare il primo Parlamento al mondo dotato di connettività
senza fili. Intanto il divario digitale allunga la sua ombra lungo lo Stivale

Internet veloce e senza fili a Montecitorio: mentre il digital divide permane nel Belpaese, il nostro Parlamento diventerà il primo al mondo dotato di WiFi. Attualmente il nuovo servizio è disponibile solo in Transatlantico e nel cortile, ma verrà presto esteso all’aula e all’interno dell’emiciclo. L’introduzione della prima serie di hot spot alla Camera inconterà gli stessi ostacoli dei Foneros italiani? Non sembra. A questo e ad altri interrogativi non è stata ancora fornita risposta. Potremo però presto vantarci del primo Parlamento al mondo dotato di WiFi, mentre l’Italia è attraversata da un onnipresente Digital divide. Speriamo che la Camera WiFi sia di buon auspicio almeno per accelerare il WiMax in tutto il paese. Infine i parlamentari, dopo essere inciampati nel gossip telefonico di Vallettopoli e degli scandali delle scalate bancarie, si doteranno di criptofonini.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore