Morpheus. Causa da 4 miliardi di dollari contro eBay

Autorità e normativeNormativa

StreamCast Networks, realizzatrice del software di file-sharing Morpheus, ha
citato in giudizio eBay, perché ritiene che essa violi la sua tecnologia di
peer-to-peer

LOS ANGELES, CA (USA). Guai in vista per eBay, Skype e altre venti aziende hi-tech citate in giudizio dalla casa produttrice del software di file-sharing Morpheus. La controversia riguarda lo sfruttamento della tecnologia di Voice over Internet Protocol (VoIP), che queste aziende utilizzano per le chiamate instradate in Rete. In particolare, StreamCast afferma che Niklas Zennstrom e Janus Friis (fondatori di Skype) hanno violato un accordo che dava all’attrice il diritto di acquistare il protocollo di peer-to-peer FastTrack. Questa tecnologia, che inizialmente era il ‘motore’ di Morpheus, supporta da tempo il servizio VoIP di Skype. Il CEO di StreamCast, Michael Weiss, ricorda che la sua azienda ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo di FastTrack e che la stessa aveva pagato per garantirsi il diritto di acquistare questa tecnologia. La vendita di Skype a eBay ha costituito un grave danno per StreamCast, che chiede alla Corte Distrettuale di Los Angeles di stabilire un risarcimento di ben 4 miliardi di dollari e di impedire cautelativamente la vendita dei prodotti VoIP di Skype. La causa intentata da Morpheus integra e corregge una precedente citazione in giudizio che StreamCast aveva mosso a gennaio scorso contro Skype e i suoi due fondatori. [ StudioCelentano.it ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore