Morpheus contro tutti

AziendeMercati e Finanza

Sono partite una serie di denunce contro chi sfrutterebbe illecitamente la
tecnologia alla base del noto network P2P.

Morpheus è stato a lungo uno dei riferimenti del peer-to-peer. Oggi è di proprietà di Streamcast Networks che intende far valere vecchi diritti legati alla proprietà intellettuale su brevetti e soluzioni tecnologiche legate allo scambio dei dati. Sono così partite le denunce contro Kazaa, Joost e Skype, parte del gruppo eBay. Naturalmente ci sono in ballo risarcimenti miliardari, e anche se un primo tentativo di rivalersi su Skype, chiedendone addirittura la sospensione dell’attività, non è andato a buon fine, la Streamcast Networks non ha intenzione di mollare la presa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore