Morro gratuito. Anche Avira commenta

SicurezzaSoluzioni per la sicurezza

Tjark Auerbach (Avira): Seguiremo da vicino quanto Microsoft farà nel fornire una versione gratuita , ma senza inquietudine

La decisione di Microsoft di discontinuare OneCare e i suoi progetti per l’antivirus gratuito Morro hanno provocato diverse reazioni da parte dei produttori di suite di sicurezza IT per i personal computer .

Ma hanno preso posizione anche aziende che hanno fatto della fornitura gratuita di software di protezione di qualità un’arma di penetrazione nel mercato . Un esempio è la tedesca Avira con il suo Antivir da tempo occupa i primi posti nelle classifiche e nei test di diverse organizzazioni indipendenti. Avira che ha raggiunto una base di 60 milioni di utenti , di cui due milioni in Italia, è distribuita in Italia dalla milanese Achab , il cui giro di affari su questa specifica linea di prodotto è quintuplicato da quando la società ne ha assunto la distribuzione .

Francesco Doveri , direttore marketing di Achab, si fa portavoce per eWeek Europe della posizione di Tjark Auerbach, Ceo di Avira a riguardo. In sintesi anche Avira legge la decisione di Microsoft come un’ammissione di insuccesso anche per mancanza di esperienza in un mercato largamente affollato:“ Non c’è modo di sostituire l’esperienza di mercato. L’annuncio di Microsoft indica che la protezione da virus non rientra nel core business della società…Naturalmente noi di Avira seguiremo da vicino quanto Microsoft farà nel fornire una versione gratuita , ma senza inquietudine. Nonostante che la disponibilità di una versione gratuita sia una componente importante per guadagnare quote di mercato nel segmento B2C, il core business di Avira è il mercato B2B. Siamo anche concentrati su soluzioni che riguardano sistemi operativi diversi da Windows e su piattaforme diverse , come Linux, Symbian,Oracle e Sap.”

Come aggiunge Doveri quello degli antivirus in Italia è ormai un mercato di sostituzione dove alcuni grandi fornitori stanno perdendo quote di mercato: alcuni perché ormai fatto scelte orientate al di fuori del mercato della protezione di client o server , altri perché , pur con nomi storicamente importanti, hanno mancato nella parte tecnologica di aggiornamento delle loro soluzioni.

Per il prossimo anno Avira sarà pronta ad offrire anche una console centralizzata di gestione e di aggiornamento della protezione per le aziende.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore