Moto G5S e G5S Plus, smartphone Special Edition in fascia media

MobilitySmartphone

Le Special Edition di Moto G5S e G5S Plus con il corpo unibody completamente in alluminio arrivano ad agosto in Italia. Caratteristiche da smartphone “quasi” da top di gamma, sotto i 300 euro

A MWC 2017, Lenovo aveva presentato i modelli di fascia media Moto G5 e Moto G5 Plus, ora arrivano le Special Edition Moto G5S e G5S Plus. 

Questa proposta è interessante. Si tratta di due smartphone sostanzialmente uguali, in diagonali diverse, con un corpo unibody completamente di metallo, ottenuto da un unico blocco di alluminio, caratteristica che solo qualche anno fa era riservata ai top di gamma.
Lenovo, attraverso la sua controllata Motorola Mobility, sembra avere ripreso la via corretta per competere in un agone comunque difficile, come quello degli smartphone tra i 200 e i 300 euro, in cui il pubblico pretende caratteristiche top ma spendendo meno.

Moto G5s Plus
Moto G5s Plus

La casa cinese, nel modello Moto G5S Plus ha integrato effettivamente diverse caratteristiche da smartphone top di gamma: doppia fotocamera posteriore da 13 MP, fotocamera frontale con sensore da 8 MP, flash LED e modalità panoramica (lo smartphone permette anche la ripresa di video 4K), display da 5,5 pollici (dimensioni di iPhone 7 Plus) con risoluzione Full-HD e CPU Snapdragon 625 ( un octa-core che lavora a 2,0 GHz), e ovviamente sensore di impronte digitali non solo per le procedure di login.

Con la batteria da 3000 mAh lo smartphone vanta un’autonomia da giornata piena,  e con la tecnologia Turbo Power è possibile la ricarica per avere fino a 6 ore di autonomia, in appena 15 minuti di collegamento alla rete elettrica. Moto G5S Plus arriva nella seconda metà di agosto (preordine da oggi), in due colorazioni Lunar Grey e Blush Gold al prezzo di 299,99 euro. 

Il modello più piccolo, invece, Moto G5S (157 grammi, 15,0×7,3×0,95cm di spessore massimo) si presenta con la diagonale da 5,2″, sempre risoluzione Full-HD, processore octa-core che lavora però a 1,4 GHz (meno potente, è lo Snapdragon 430), probabilmente a tutto vantaggio dell’autonomia complessiva, considerato come la batteria sia la medesima in dotazione al fratello maggiore.

Anche questo modello ha il sensore di impronte digitali, invece la fotocamera posteriore è unica, con una risoluzione da 16 MP e fotocamera frontale con sensore da 5 MP con flash LED. Moto G5S costa 249 euro, ed è disponibile dalla seconda settimana di agosto (3 Gbyte di Ram e 32 Gbyte di Rom). 

Entrambi gli smartphone sono aggiornati ad Android 7.1 Nougat, hanno il display protetto da vetro Corning Gorilla Glass 3, hanno la memoria espandibile con schedina esterna microSD da 128 Gbyte. Tasto dolente per entrambi i modelli la connettività tramite microUSB e non USB Type-C. Sarebbe un peccato quasi “mortale” nella fascia di prezzo intorno ai 400 euro. Qui no. 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore