Motorola dagli occhi a mandorla

MobilityNetworkWlan

Circa 3.4 miliardi di dollari investiti in Cina per fornire supporto allo sviluppo delle reti wireless.

L’ingente somma di 3.4 miliardi di dollari è stata investita da Motorola per la costruzione di un Application Center a Pechino. Lo scopo è fornire un supporto alle maggiori compagnie di telecomunicazione operanti nel Paese asiatico. Le applicazioni basate sulla tecnologica Internet wireless sono strategiche per le reti di telefonia cellulare che stanno sorgendo. Patrick Kung, vice presidente e general manager di Motorola per l’Asia del Nord, ha affermato che: “L’offerta di servizi Motorola in Cina offre l’opportunità di avviare grandi sinergie, non solamente con gli operatori, ma anche con provider e sviluppatori dell’industria telefonica.”. La Cina è attualmente un interessantissimo mercato per i maggiori nomi della telefonia cellulare che stanno cercando alleanze per inserirsi nel tumultuoso e remunerativo sviluppo del Paese. Motorola, che aperse il suo primo centro cinese nel 1993, ha ora 19 centri sparsi per in quella zona, con più di 1.600 tecnici. La concorrente Ericsson ha recentemente firmato un accordo per 58 milioni di dollari con Jiangsu Mobile Communication Co, per la fornitura di servizi e apparecchiature wireless.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore