Motorola e Microsoft ai ferri corti

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaMobile OsMobilityNormativa

La guerra dei brevetti coinvolge anche Motorola e Microsoft. L’ultimo contenzioso non riguarda solo tecnologie per smartphone, ma anche Xbox

Microsoft porta per la seconda volta di seguito Motorola in tribunale, presso la corte federale di Seattle, accusando l’ex partner (ora troppo legato a Google Android) di aver chiesto troppo per la licenza di brevetti relativi a connessioni WiFi e video. “Motorola sta chiedendo royalty del tutto spropositate rispetto ai possibili calcoli effettuati sui brevetti interessati” secondo l’accusa di Microsoft; Motorola avrebbe “scelto di discriminare la linea Xbox di Microsoft – ma coinvolti sarebbero anche altri suoi prodotti come Windows 7 e Windows Phone 7 – chiedendo royalty fuori misura“.

Ma, a seguito delle due denunce del colosso di Redmond, anche Motorola ha scatenato gli avvocati contro Microsoft. Motorola accusa Microsoft di violare ben 16 brevetti riguardanti tecnologie utilizzate nei software PC, server, mobile e Xbox.

Motorola avrebbe preferito evitare il ricorso al contenzioso legale, e avrebbe voluto trovare un accordo di licenza. Motorola è anche in guerra sui brevetti contro Apple.

Motorola vs. Microsoft
Motorola vs. Microsoft
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore