Motorola lancia un cellulare basato su Linux

AccessoriWorkspace

Il suo primo modello sarà disponibile entro il 2003 e altri seguiranno. Il segno importante della crescente popolarità di un sistema operativo al di fuori dei computer di fascia alta

Il primo Motorola basato su Linux sarà il modello A760, telefono con macchina fotografica digitale, riproduttore MP3 e video e la capacità di fare girare programmi in Java, il cui lancio è previsto entro lestate sul mercato asiatico, successivamente negli Stati Uniti e in Europa. La compagnia prevede di adottare la tecnologia anche per la gamam di prodotti di fascia bassa, ha dichiarato Scott Durschlag, vicepresidente responsabile delle strategie e dello sviluppo di mercato di Motorola. Pensiamo di vendere milioni di unità di questo tipo ha detto Durschlag. Linux è sviluppato collettivamente da un folto gruppo di programamtori open-source, molti dei quali lavorano per compagnie come IBM e HP che vendono centinaia di milioni di dollari di server di fascia alta con sistemi operativi tipo Unix. Ora, comunque, numerose compagnie sostengono lutilizzo di Linux per i dispositivi minori. I telefoni Linux Motorola funzioneranno con Java, linguaggio di programmazione e relativo software creato da Sun Microsystems. Motorola fa parte di un consorzio che ha sta definendo gli standard per lutilizzo di Java nei cellulari. Al consorzio aderiscono Nokia, Vodafone, Samsung, NTT Docomo e Symbian. Motorola fa parte anche del consorzio che promuove Symbian, un sistema operativo studiato per i cellulari. Secondo IDC, entro il 2006, Symbian, che ora controlla il 46% del mercato potrebbe avere una quota del 53%. Microsoft ptrebbe controllare il 27% del mercato dei software per cellulari, Palm il 10% e Linux il 4,2%. Motorola non svilupperà una propria versione di Linux, ma si affiderà invece ad una partnership con MontaVista Software. Linux è gratuito, ma il costo non è la ragione della scelta di Motorola, ha detto Durschlag. Per la verità, la velocità è la principale ragione della nostra scelta, ben più del costo. Lavorare con Linux è molto più efficiente con la comunità open-source alle spalle non toccherà a noi migliorare il sistema operativo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore