Musica sul web

Aziende

Tiscali si accorda con KaZaA

Il New York Times del 23 Settembre ha riportato la notizia che KaZaA in procinto di annunciare una partnership con Tiscali, il maggior internet provider in Italia. Nellaccordo Sharman Networks Ltd., proprietario di KaZaA, annuncia che il velocissimo accesso a Internet utilizzato da Tiscali, sar a disposizione delle decine di milioni di navigatori in tutta Europa. In cambio Tiscali verser a Sharman una percentuale per ogni utente di KaZaA che firmer un contratto per lattivazione di una linea adsl. Jay Barman, presidente e CEO di IFPI si espresso contro laccordo tra KaZaA, il servizio che permette scambi di file musicali peer-to-peer e il service provider italiano Tiscali. Berman ha dichiarato Sono scioccato dal fatto che Tiscali, una societ che ospita servizi on-line legali, possa pensare che entrando in affari con un servizio non autorizzato come KaZaA, si possa promuovere lo sviluppo di un mercato legale di musica on line. In realt accade lesatto contrario, e cio che, sostenendo KaZaA, Tiscali sta minacciando la diffusione dei servizi legittimi on line, ed molto importante che ci venga compreso dai service provider di tutto il mondo.Quanto afferma Tiscali, e cio che questo accordo un importante passo per la creazione di un mercato legale completamente illogico. Il prezzo che Tiscali disposto a pagare per incoraggiare i consumatori ad adottare questi servizi a banda larga andr a discapito di chiunque lavori nellambito musicale e, senza il loro consenso dai compositori agli editori,dai musicisti agli artisti e alle case discografiche che hanno investito in quelle registrazioni. Lindustria discografica gi in causa contro KaZaA e noi crediamo che i tribunali confermeranno che questo un commercio pirata. Enzo Mazza, direttore generale di FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana) ha aggiunto E sorprendente la mossa di un azienda famosa come Tiscali che si lascia coinvolgere in unoperazione di dubbia utilit da unimpresa come KazaA, che sta favorendo la pirateria internet su larga scala. Da parte sua, Tiscali ha invece cercato di sdrammatizzare la situazione. In unintervista, infatti, uno dei dirigenti di Tiscali ha affermato che il caso di KaZaA non ha nulla a che vedere con la pirateria musicale e che laccordo tra Tiscali e Sherman Networks rappresenta un passo importante per creare un mercato legale per la musica sul Web. KaZaA uno dei cloni del famosissimo Napster, oggi chiuso per ordine del tribunale che ha ritenuto la societ colpevole di violazione di copyright. Forti di questa vittoria legale, le major discografiche hanno gi avviato una causa contro KaZaA e altri servizi simili. La prima udienza si terr negli USA il 2 dicembre ma sar difficile ottenere la chiusura dei servizi che – come KaZaA – hanno una rete decentralizzata e non sono in grado di controllare ci che i loro utenti si scambiano sul Web.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore