MWC 2012 – La strategia Mobile di Facebook

AziendeMarketing
La strategia Mobile di Facebook

In vista l’alleanza fra gli operatori mobili e Facebook. Oggetto: i pagamenti in mobilità. Metà degli 850 milioni di utenti attivi del social network accedono a Facebook da smartphone e tablet

Per i carrier Apple e Google hanno rappresentato un salasso, più che un’opportunità: le Telco hanno perso 14 miliardi di dollari di SMS a causa delle apps e della messaggistica social. Al Mobile World Congress i gestori mobili guardano invece a Facebook come a un possibile alleato. Il  ocial network di Menlo Park, che si avvia alla quotazione in Borsa, ha detto che gli operatori potrebbero aiutarlo a fare soldi dalle centinaia di milioni di utenti mobile che acquistano giochi o musica su Facebook.

Google e Apple si sono sempre comportati da Over-the-top, che si appellanno direttamente agli utenti consumer, sfruttando la capacità delle reti con servizi affamati di banda come YouTube. Gli Over-the-top si sono messi in competizione con i prodotti delle Telco, vendendo Apps, e rendendo obsolete le suonerie eccetera.

Facebook e il Mobile sono invece fatti l’un per l’altro” afferma lo Chief technology officer Bret Taylor. Facebook ha detto che circa metà dei suoi 845 milioni di utenti attivi accedono al social network da dispositivi mobili. Facebook sta cercando una via per monetizzare il Mobile, visto che la maggior parte dei suoi ricavi (3.7 miliardi di dollari di fatturato) giungono dall’advertising su desktop.

Il Mobile è al centro del futuro successo di Facebook a Wall Street. Ma come? Facebook ha un servizio di messaggistica popolare che permette agli utenti di avere chat di gruppo, scamdio di foto e video in tempo reale gratis. Il servizio sta drenando utenti dagli SMS offerti dalle Telco a pagamento. Gli operatori vogliono mettere le mani sul 30% delle apps legate a Facebook, aiutando in cambio il social network a sbarcare nel Mobile. La “billing alliance” vede in prima fila la spagnola Telefonica, l’americana AT&T e la giapponese SoftBank. Gli operatori potrebbero dare una mano a Facebook nei cellulari basic nei mercati emergenti, come India e Nigeria, dove gli utenti non hanno accesso agli App Store o alle carte di credito.

Se Facebook scommettesse di più sui web standard, abiliterebbe il download di apps via browser, potrebbe anche fare a meno di lasciar passare le apps da Apple App Store e da Android Market.

Secondo il Financial Times Mark Zuckerberg sta portando la pubblicità sui dispositivi mobile – smartphone e tablet: le agenzie di advertising discutono su come piazzare le “featured stories” nei news feed sui dispositivi mobili. Si prevede che la novità nella pubblicità su smartphone arrivi a inizio marzo, in vista della initial public offering (IPO) di Facebook.

La strategia Mobile di Facebook
La strategia Mobile di Facebook
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore