MWC 2013 – Nokia Siemens Networks presenta Liquid Applications

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
Nokia Siemens Network cede l'unità Optical Network

Nokia Siemens Networks al Mobile World Congress 2013. Le stazioni base mobili si espandono con una nuova piattaforma in grado di gestire le applicazioni a livello locale

Nokia Siemens Networks rinnova la base station nel più grande cambiamento nella telefonia mobile in 22 anni. Al Mobile World Congress 2013 Nokia Siemens Networks presenta Liquid Applications. Le stazioni base mobili si espandono con una nuova piattaforma in grado di gestire le applicazioni a livello locale. La piattaforma Liquid Applications opera con le base station Flexi Multiradio e fa ricorso al cloud computing (Radio Applications Cloud Server) e alla potenza di elaborazione delle stazioni base per gestire i carichi di lavoro applicativo in base alle condizioni della rete e delle esigenze e della collocazione geografica dell’utente.

Permette applicazioni di flusso dati attraverso i network alle base station, da dove possono essere distribuiti agli abbonati locali. Per esempio, informazioni sull’area sottostante la base station, come quelle usate nelle applicazioni di realtà aumentata, o news e contenuti video verso una rete di un operatore, possono essere piazzate alla stazione base per un  accesso local istantantaneo a dispositivi connessi.

Liquid Applications sono abilitati da Radio Applications Cloud Server (RACS). I  RACS abilitano processi localizzati, contenuti storage, ed accesso alla radio in tempo reale e ad informazioni di rete nella base station. Trasformando le base station in hub locali per la creazione di servizi e distribuzione, Liquid Applications aiuta gli operatori ad offrire una service experience che sia locale e personale. Funziona con la carica esistente, messaggistica e servizi di localizzazione, fa parte del portafoglio Liquid Broadband di Nokia Siemens Networks.
Liquid Applications redefinisce il ruolo della base station e trasformerà l’esperienza della banda larga mobile,” afferma Marc Rouanne, a capo del Mobile Broadband di Nokia Siemens Networks. “Il bello di Liquid Applications consiste nella simplicità di usare informazioni che sono sempre state nella rete, per cambiare fondamentalmente la definizione dei servizi personalizzati e distruggere per sempre la percezione del network come ‘just a bit-pipe’. Liquid Applications trainerà innovazione e nuovi modelli di business nel mercato Mobile.”
Nokia Siemens Networks è il terzo produttore di attrezzatura Tlc, ma spera di diventare il secondo vendor negli USA.
NSN vuole cogliere le nuove opportunità del risiko negli Stati Uniti, dopo l’acquisizione di Sprint Nextel da parte di Softbank e di MetroPCS da parte di T-Mobile. La ristrutturazione è stata pesante: NSN è passata da 75.000 a 58.000 dipendenti, e dal primo aprile svanirà la partnership Nokia – Siemens, ma le decioni delle società sono ancora in altomare. Ericsson e la cinese Huawei si contendono la prima posizione, mentre NSN e Alcatel-Lucent disputano il terzo.
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore