MySpace evolve: da social network a social portal per le aziende 2.0

Workspace

Aegis Media Expert indaga fra le pieghe del vissuto dei social network in Italia e scopre che gli utenti italiani scelgono MySpace come spazio dell’espressione personale e dei contenuti creativi. Il Web 2.0 come prolungamento delle relazioni offline o come nuove forme di socialità

Mentre Facebook scippa lo scettro a MySpace di social network europeo, MySpace sferra l’attacco ai rivali, spostandosi da social network a social portal.

Sarà sullo sviluppo e la condivisione di contenuti di interesse per gli utenti che si giocherà la partita del futuro dei social network in Italia. Lo afferma la ricerca di Aegis Media Exper t, esplorando fra le pieghe del vissuto dei social network e di MySpace.

L’indagine Aegis Media Expert ha cercato di esplorare più approfonditamente il panorama dei social media e, in particolare di MySpace, in Italia, individuando le caratteristiche peculiari e mettendone in luce i vantaggi come piattaforme di comunicazione per consumatori e aziende. MySpace, infatti, diventa luogo elettivo della comunicazione a tutto tondo, dove fruire non solo di contenuti user generated o professionali, ma quale spazio virtuale di grande potenzialità per le aziende. I risultati dell’indagine confermano che il 52% degli utenti di Myspace diventerebbe “amico” di un brand in cambio di contenuti interessanti, il 47% lo ritiene il posto adatto a comunicare per le marche che vogliono diventare famose, il 46% una fonte di informazione e circa il 50% degli intervistati è convinto che, se le marche vi creano un profilo o una iniziativa, è perfino più interessante dei siti istituzionali. Infine, circa il 50% degli intervistati ritiene la pubblicità su MySpace meno “fastidiosa” che su altri siti.

Grazie a queste sue caratteristiche è in grado di generare un altissimo engagement dei suoi utenti e, quindi, offrire alle aziende enormi potenzialità dal punto di vista della comunicazione“, Federica Setti, Research Director Aegis Media Expert.

Gli internauti italiani utilizzano i social network prevalentemente per r estare in contatto e per svago, e li considerano una naturale evoluzione degli strumenti di socializzazione web pre-esistenti – come blog, chat, piattaforme per la condivisione di video – facili, diretti e in cui l’individuo è al centro d’interesse della Rete. Ma anche come prolungamento delle relazioni offline e in real life.

Gli intervistati tra i 18 ai 24 anni vedono il web e il social network, oltre a un modo per divertirsi, come l’altra faccia delle relazioni off-line, in cui essere presenti sviluppando un’attitudine spiccata all’esplorazione anche nella ricerca dei contatti. Gli utenti dai 25 ai 34 anni, invece, vivono i social network principalmente come possibilità di creare nuove relazioni sociali, nell’era in cui molti contatti si mantengono esclusivamente sul web.

I 2.700.000 utenti registrati Italia (aprile 2009) associano a MySpace parole chiave quali espressione di sé, condivisione, passion e. MySpace ha un DNA atipico, è uno spazio fatto per parlare di sé oltre che per socializzare, in cui i driver dell’aggregazione diventano i contenuti espressi e non il puro contatto relazionale (ciò vale per l’80% degli intervistati). MySpace, inoltre, è considerato una piattaforma che “prende vita” seguendo più i meccanismi editoriali che non quelli della viralità tipica dei social network, in cui l’utente può anche ambire ad avere una visibilità “editoriale” del proprio lavoro e non solo della propria lista di amici.

Piace la personalizzazione (63% degli intervistati); seguie la possibilità di condividere contenuti ritenuti interessanti. Ben il 61% degli utenti, infatti, legge testi e racconti personali, il 60%

condivide video, il 50% partecipa a discussioni e forum, il 46% scrive articoli o post, il 43% testi e racconti personali, il 40% crea discussioni e forum online.

Tra tutte le passioni 2.0 spicca la musica. Il 59% si connette a MySpace per ascoltare musica (di questi, il 48% per condividere le canzoni del cantante o della band preferita, il 4 5% per la condivisione di musica propria o dei propri amici).

L’aspetto sociale e relazione resta di grande interesse. Il 76% degli utenti guarda foto e video dei propri contatti, il 59% commenta le pagine dei propri contatti, il 42% lo utilizza per organizzare nuove uscite. MySpace è un trait d’union tra gli aspetti della dimensione online e quelli della vita offline: il 44% dei suoi iscritti lo utilizza per trovare e partecipare a iniziative offline di interesse, soprattutto nel campo della musica e della creatività.

L’indagine è stata condotta con una prima fase esplorativa su 6 focus group composti da utenti abituali di social network e seguita da una fase valutativa realizzata attraverso una ricerca quantitativa (CAWI) su un campione di 1.270 utenti di social network, rappresentativi per sesso ed età dell’utenza Internet 16-49 anni. La fase quantitativa è stata sviluppata sul panel OpLine di Human Highway.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore