Namo Web Editor Suite 6

Management

Uno strumento completo per sviluppare siti Internet

Tra i tool disponibili per la creazione di pagine Web, Namo WebEditor 6 Suite si caratterizza per la assoluta semplicità di utilizzo, mista a una potenzialità di insieme che ne fa nel complesso uno strumento apprezzabile e diretto a variegate tipologie di utenza. Oltre all’editor, il prodotto offre infatti la disponibilità di altri strumenti che si integrano al primo per creare siti completi in ogni funzionalità richiesta: abbiamo così WebBoard, per generare forum di discussione personalizzabili, e WebCanvas, lo strumento di grafica vettoriale utile per creare immagini da adoperare nelle pagine create. Ma la maggiore attenzione va rivolta senz’altro all’editor: un ambiente perfettamente visuale, che consente all’utente di visualizzare direttamente sullo schermo il risultato del codice prodotto. Anzi, la possibilità di accedere alla modalità di visualizzazione Edit & Html consente di mantenere una corrispondenza immediata tra ciò che si scrive in codice e ciò che invece diventa contenuto della pagina in via di costruzione. Per completezza informativa, è necessario citare anche le altre modalità di visualizzazione, ovvero Edit e Html, per visionare separatamente, sotto aspetti distinti, la pagina corrente. Se a destra troviamo l’area riservata agli elementi di formattazione del testo, attraverso la finestra Formatting, a sinistra ecco la barra strumenti, che per default è posizionata sulla scelta General, ma che può essere anche riservata a ospitare le scelte Insert e Advanced, che vedremo nel dettaglio in seguito. Le presenze della barra nella versione General includono le scelte più importanti da compiere con l’editor, qualora per esempio si voglia partire con la creazione di una nuova struttura Web, o si voglia dare spazio alla composizione di una nuova pagina. L’opzione Site Wizard offre la possibilità di seguire un processo di creazione guidata che al termine porterà alla creazione della struttura desiderata da assegnare al sito che vogliamo costruire. Il primo passo consente di accedere a un template di riferimento attraverso cui selezionare la struttura da assegnare al sito che intendiamo realizzare: le scelte presenti offrono diverse soluzioni, a partire da quelle più semplici (di tipo Personal Site) fino a quelle più complesse (Company Site, per le aziende), e passando per progetti mirati a una certa tipologia di pubblico (Restaurant Site e Hotel Site). Attraverso la scelta di un template, si potrà partire con il piede giusto, avendo tracciata la strada per sviluppare l’applicazione Web di cui si ha bisogno. Il passo successivo è legato alla scelta di un tema tra quelli, suddivisi per categorie, messi a disposizione dal programma: è consigliabile scegliere il tema che meglio rispecchia il riferimento al contenuto delle pagine del sito, optando per magari colori vivaci e caratteri originali per siti dal contenuto informale, e invece per scelte più rigorose nel caso di Web dal contenuto più ingessato. Vi è poi una sezione dedicata alle informazioni, attraverso l’inserimento di titolo, autore, indirizzo email, informazioni sul copyright e directory locale di riferimento, mentre la fase successiva è quella di publishing, attraverso la configurazione esatta di tutti i parametri che garantiranno il corretto trasferimento via Ftp delle pagine che compongono il sito. Peccato per la versione in italiano del prodotto, che, a differenza della release 5.5, più modesta, nella versione 6 non è ancora indisponibile.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore