Napster acquisita da Rhapsody

AziendeMarketing

Rhapsody, uno dei primi servizi di musica in abbonamento, ha comprato Napster, il sito simbolo del file-sharing all’alba della rivoluzione Peer to peer. Rhapsody guadagna gli abbopnati di Napster ed altri asset da Best Buy, mentre la catena di elettronica otterrà una quota di minoranza in Rhapsody.

Secondo Cnet, che riporta lo scoop, l’accordo sarà concluso il 30 novembre. Best Buy aveva acquisito Napster nel 2008 per circa 121 milioni di dollari, per entrare nel mercato della musica online. All’epoca Napster contava 700.000 utenti.

I termini attuali dell’acquisizione non sono resi noti. Il modello di business di Rhapsody anni fa era pionieristico rispetto al download di Aplle iTunes, ma oggi è il modello di Apple superato, mentre l’industria sta cercando di spingere gli utenti ad abbracciare la sottoscrizione. Prima dello spin-off del 2010, Rhapsody apparteneva a RealNetworks e Viacom. Il business modell di Rhapsody oggi fa la forttuna di Spotify, MOG ed altri servizi di musica digitale in streaming (forti di un accordo con Facebook).

Rhapsody acquisisce Napster
Rhapsody acquisisce Napster
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore