Napster: di nuovo in agonia

AccessoriWorkspace

Il Re dei programmi P2P sarà messo di nuovo in vendita

Non è una sorpresa che Napster sia nei guai. Il programma che ha lanciato la condivisione di musica on-line, prima illegalmente e oggi in modo regolare, non gode da tempo di buona salute, schiacciato com’è da concorrenti come i juxe box on-line di Apple e Microsoft. Se operando illegalmente il sistema era diventato un fenomeno di massa apparentemente inarrestabile, dopo aver perso la causa con le grandi case discografiche Napster ha visto svanire lentamente anche la sua fortuna economica, con le azioni a picco e le iscrizioni in calo. Ora Roxio ha deciso in sordina di metterlo in vendita, pur non escludendo a priori la possibilità di qualche partnership salvifica dell’ultimo momento.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore