Napster si accorda con MusicNet

Management

Con lentrata di Naspter nel gigante della distribuzione digitale, si potrebbe chiudere lera della distribuzione gratuita

Nel corso di una conferenza stampa tenuta a Londra, Shawn Fanning, lideatore di Napster, ha annunciato che una serie di etichette discografiche indipendenti si è accordata per la distribuzione con MusicNet, il gigante della musica digitale lanciato da Warner Music Group, Emi e Bmg. E soprattutto che anche la sua creatura si appresta ad entrare nel mega-network. Laccordo offrirà la possibilità a MusicNet, la possibilità di distribuire 150 label indipendenti con artisti del calibro di Moby, Belle Laccordo porta la visione di Shawn in una nuova fase, oltre alle controversie del file-sharing; Barry ha inoltre negato che ci saranno ritardi nella partenza del servizio su abbonamento previsto per il 1 luglio. La Association of Independent Musicians, che ha avuto un ruolo chiave nella negoziazione dellaccordo, ha spiegato che lintenzione è di aiutare i musicisti esordienti a trovare riscontro in un pubblico più vasto possibile Grazie allaccordo, Napster diventerà un canale attraverso il quale gli artisti potranno raggiungere i loro fans, sicuramente vantaggioso soprattutto per quei musicisti che non vengono passati in radio e o su Mtv ha spiegato Alison Wenham, ceo di Aim. Da nessuna delle due parti sono trapelati i termini finanziari dellaccordo. Il nuovo servizio dovrebbe costare tra i 7 e i 14$ al mese, a seconda di quanti file saranno scaricati dagli utenti. Le canzoni avranno una qualità bassa e non si potranno masterizzare su cd. Entro breve tempo, il servizio gratuito scomparirà del tutto.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore