Napster torna agli mp3 e senza Drm

AccessoriWorkspace

Anche il sito della musica online dà l’addio ai lucchetti digitali e sfida iTunes Music Store di Apple. Philips invece si allea a Rhapsody di RealNetworks per la musica digitale

Napster si orienta verso il formato unico e torna agli mp3 e e senza Drm. Dal secondo trimestre del 2008 Napster venderà brani musicali in formato mp3

e volta pagina, dopo aver usato negli ultimi anni Windows di Microsoft Drm. Dopo aver sdoganato l’MP3 libero tramite rete peer-to-peer centralizzata e aver attirato su di sé i fulmini dell’empireo delle Major discografiche, Napster cambiò rotta abbandonando il formato mp3. Napster però torna alle origini (Mp3) e dà l’addio all’uso di Drm, contestato e boicottato da troppi consumatori.

Anche Napster va a rinfoltire la schiera dei servizi che distribuiranno legalmente musica priva di protezioni Digital rights management o sistemi anticopi a.

Anche se iTunes Music Store di Apple è stato tra i primi a portare online i brani di Emi senza Drm, rimane oggi il servizio online più legato ai lucchetti digitali.

Intanto nell’arena digitale Philips si allea a Rhapsody per la musica: RealNetworks offrirà musica attraverso i lettori digitali di Philips. Philips si unisce a SanDisk Corp, Nokia Oyj e la cinese Haier Group per rendere i player musicali compatibili con il servizio a sottoscrizione di Rhapsody (l’abbonamento a Rhapsody costa 12.99 dollari mensili).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore