Nasce Google for Work. Schmidt: “In 10 anni abbiamo cambiato il lavoro”

AziendeManagement
Nasce Google for Work
0 1 Non ci sono commenti

Google Enterprise diventa Google for work. Non solo un cambio di nome, come spiega il presidente di Mountain View, ma la presa d’atto di un cambiamento

Con un post sul blog ufficiale di Google , il presidente Eric Schmidt annuncia una novità dedicata alle aziende. Google Enterprise non si chiamerà più così, ma diventa, da oggi, Google for Work. Non solo un cambio di nome, ma una presa di coscienza di come sia cambiato il rapporto tra il lavoro e la tecnologia, tra le grandi imprese, ma anche i professionisti e le startup, e gli strumenti sempre più evoluti a loro disposizione. Un cambiamento in cui, secondo Schmidt, Google ha avuto un ruolo determinante con la sua offerta di servizi e prodotti per il mondo del lavoro.

“Dieci anni fa, abbiamo iniziato a portare la tecnologia consumer di Google, con tutte le funzioni, i controlli e i servizi di cui hanno bisogno le aziende, nel mondo del lavoro – scrive Schmidt -. Siamo partiti con le funzionalità di ricerca e in seguito è stata la volta di Gmail. Oggi, con Google Maps e Google Cloud Platform, offriamo la ricchezza e l’affidabilità dell’infrastruttura Google agli sviluppatori e abbiamo anche allargato il nostro raggio d’azione all’hardware con Android e i Chromebook. Lungo il percorso abbiamo investito in ciò che è importante per i nostri clienti e partner: sicurezza, trasparenza, affidabilità e supporto. E così il nostro team, come pure l’ampiezza dell’offerta e il nostro impegno verso i clienti business sono cresciuti in modo sostanziale”.

Il lavoro e le imprese non hanno più confini geografici, grazie all’ampliamento dell’uso della rete e dei dispositivi per accedervi, e questo accelera i tempi e permette di realizzare progetti in molto meno rispetto a dieci anni fa. E in tutto questo, un altro attore di primo piano è il mobile. “Lavorare da un computer, un tablet e/o uno smartphone non è più solo un trend: è realtà – continua Schmidt -. E milioni di aziende, dalle più grandi alle più piccole, hanno scelto i prodotti Google perché supportassero il lancio, lo sviluppo e la trasformazione del loro business, e per aiutare ciascun membro del team a lavorare con gli stessi strumenti e servizi usati nella vita di tutti i giorni. In altre parole, il lavoro è già meglio di come era in passato”.

Ma cosa c’entra il Google for Work in tutto questo? Schmidt lo spiega più avanti. “Non abbiamo mai voluto creare ‘aziende’ nel senso tradizionale: volevamo creare un nuovo modo di lavorare. Perciò è arrivato il momento che anche il nostro nome rispecchi questo nostro obiettivo. Da oggi, ciò che prima chiamavamo Google Enterprise diventa, più semplicemente, Google for Work. Quando usiamo strumenti che ci rendono la vita più semplice, come Google Apps, le Mappe, la Ricerca, Chrome, Android, Cloud Platform e molto altro, il lavoro migliora. Ed è proprio quello a cui stiamo lavorando: il meglio di Google, ora ‘for Work'”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore