Nascono Arduino Holding e Foundation, fine dei contenziosi

Autorità e normativeGiustizia
Nascono Arduino Holding e Foundation, fine dei contenziosi
1 0 Non ci sono commenti

I due rivali che si litigavano il marchio – Arduino.cc e Arduino.org – hanno raggiunto l’intesa. La nuova Arduino Holding sarà affiancata da una fondazione noprofit, Arduino Foundation

Dopo due anni di carte bollate e battaglia legale, Arduino, la scheda italiana che ha rinnovato il mondo dei maker, chiude i contenziosi in tribunale. I due rivali che si litigavano il marchio, ossia Arduino LLC (Arduino.cc) e Arduino srl (Arduino.org), hanno raggiunto l’intesa: nasce Arduino Holding, “l’unico referente per la distribuzione di tutti i prodotti presenti e futuri“, come recita una nota.

Nascono Arduino Holding e Foundation, fine dei contenziosi
Nascono Arduino Holding e Foundation, fine dei contenziosi

Inoltre la holding sarà affiancata da una fondazione noprofit, Arduino Foundation, per seguire i progressi dell’ambiente di sviluppo IDE, “continuando a rafforzare il movimento open source e offrendo supporto alle scuole, alla community e agli sviluppatori“. L’accordo mette una pietra sopra su ben due cause, intentate per violazione di marchio: una negli Stati Uniti, presso la Corte distrettuale del Massachusetts, l’altra presso il tribunale di Torino.

Massimo Banzi, Co-Fondatore di Arduino LLC, festeggia l’intesa, che inaugura un nuovo inizio, “basato su un dialogo costruttivo e con nuove energie per l’innovazione nei campi dell’Istruzione, dell’IoT e nel mondo dei maker“.

Alla Maker Faire 2015 della California, il CEO di Arduino, Massimo Banzi, lanciò Genuino, l’Arduino made in Usa, ribattezzando Arduino Uno in Genuino Uno.
Genuino ha sede di produzione a New York, ma ha stabilito sedi in tutto il mondo, grazie a una partnership di produzione con Adafruit. In segiuito, ha siglato la partnership fra Arduino e Microsoft, per portare le schede di Arduino a bordo di Windows 10.
Massimo Banzi ha anche stretto un accordo con Samsung, basato sulla certificazione Arduino (ora Genuino) della nuova piattaforma internet of things (IoT) denominata Artik.

Alla Maker Faire di New York, oltre all’annuncio della fine della guerra fratricida, a segnare il nuovo corso del progetto, Arduino ha dato il via a una nuova campagna di crowdfunding su Kickstarter per il progetto ESLOV IoT Invention Kit. Obiettivo: una nuova piattaforma per creare device modulari di Internet of Things (IoT) che non necessitano e-skills né la scelta di singoli sensori e componenti (GPS, movimento, OLED, movimento, speaker, temperatura eccetera) da connettere insieme.

– Conoscete Internet delle Cose? Misuratevi con un Quiz!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore