Natale al gusto Hi-tech

AziendeBanda LargaE-commerceMarketingNetwork
La tecnologia sotto l'albero di Natale

Fra i regali di Natale più gettonati spiccano gli smartphone, i tablet, la nuova console Nintendo Wii U, i nuovi convertibili e Pc touchscreen Windows 8, le fotocamere con funzionalità di condivisione sui social network e Youtube, i titoli di videogame più popolari, dall’ultimo Call of Duty ad Halo 4. A ciascuno il suo regalo hi-tech preferito. A patto di ricordarsi le regole per uno shopping online senza rischi: la sicurezza IT non va mai in vacanza, neanche a Natale

Lo shopping di Natale è sempre più hi-tech. Perché i regali sono sempre più IT, ma anche perché chi compra, per risparmiare, si rivolge all’e-commerce. ITespresso ricorda le buone, vecchie, regole dei vendor di sicurezza per regali last-minute in sicurezza. G Data raccomanda: conviene utilizzare una soluzione completa per la sicurezza informatica che sia sempre aggiornata e dotata di virus scanner, firewall, filtro antispam e protezione in tempo reale; mantenere sempre aggiornati ogni software e il sistema operativo; fare attenzione ai negozi online dove si vuole acquistare (leggete bene termini generali e condizioni, le informazioni legali e di contatto e, se necessario, controllate in Internt se il negozio è ritenuto sicuro ed affidabile; verificate, inoltre, che tutti i costi postali e/o aggiuntivi siano indicati chiaramente); evitare l’e-commerce da Pc pubblici (non adeguatamente protetti; vanno evitate anche connessioni wi-fi pubbliche e poco sicure dal momento che i cyber criminali possono essere in grado di utilizzarle per leggere il vostro traffico di dati); controllate le impostazioni di sicurezza del vostro browser (deve essere sempre presente il simbolo del lucchetto, il suffisso “https” nella barra dell’indirizzo, lo sfondo verde nella barra dell’indirizzo e che il dominio principale corretto sia indicato).

Anche Trend Micro ha stilato il decalogo per l’e-commerce sicuro. Bisogna evitare di scaricare gli allegati o di cliccare sui link o sulle immagini inseriti nel messaggio, soprattutto se questo appare sospetto o possibile spam. Meglio ricordarsi che di solito nessun pasto è gratis e che le cose più belle non sono gratuite: le mail o i siti che pubblicizzano prodotti gratuiti non fanno che scaricare malware (conviene esaminare  attentamente le promozioni). Cercate informazioni e verificate attraverso altre risorse le offerte proposte via mail. Se avete ben chiaro quale sito desiderate visitare, scrivete l’indirizzo (URL) direttamente nello spazio ad hoc del browser per evitare i link illegittimi magari indicati dai motori di ricerca. Una tattica  contro il phishing (truffe online) consiste nello spostare il puntatore del mouse sui link o sulle immagini presenti nei messaggi o nei siti web, provvedendo quindi alla verifica della legittimità dell’URL completo che appare. Ad esempio, un URL è da considerare sospetto se non corrisponde al sito dell’azienda che ha inviato il messaggio o sono presenti caratteri strani o senza significato. Non cliccate su URL sospetti anche se compaiono fra i primi selezionati dai motori di ricerca. Un link viene considerato sospetto laddove uno o più dei suoi elementi (ad esempio, :////?) è composto da caratteri inseriti a caso. Leggete la descrizione dei risultati della ricerca (il breve testo che compare subito sotto il titolo in grassetto dei risultati). Il risultato della ricerca può anche essere considerato sospetto se la descrizione non fornisce informazioni pertinenti sul sito. Un indizio certo per individuare i siti dedicati ad alterare i risultati delle ricerche (blackhat SEO) è la presenza di parole chiave inserite a caso nella descrizione. Tenete sempre traccia delle transazioni online per evitare di diventare vittime di truffe. Verificate il page rating di un sito presente nell’elenco dei risultati di un motore di ricerca prima di cliccare sul link corrispondente. Se il valore numerico indicato è elevato ci sono maggiori probabilità che il sito sia affidabile. Installate un programma per il filtraggio degli URLche possa essere integrato nei browser.

comScore: E-commerce di Natale a due cifre @ shutterstock
comScore: E-commerce di Natale a due cifre 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore