Natale hi-tech, ma Gfk vede rosa solo per Tv Lcd, netbook e Blu-ray

Workspace

Sotto l’albero otto italiani su dieci metteranno cellulari, smartphone, Tv a schermo piatto e netbook. Secondo Gfk, la flessione delle vendite nell’elettronica di consumo non è dovuta solo alla crisi economica

Dopo molti anni di crescita a ritmo costante, il mercato dell’elettronica consumer archivierà il 2009 con un declino superiore al 2%, attestandosi a quota 681 miliardi di dollari. La crisi colpirà soprattutto due regioni: i l Nord America (-12%) e l’Europa dell’Est (-36%).

Questo è quanto emerge dalla ricerca GfK Digital World, recentemente realizzata da GfK Retail and Technlogy e da CEA (US Consumer Electronics Authority).

Nel 2009 la crescita a valore è concentrata su 3 gruppi di prodotto, e non sulla decina degli anni precedenti: TV LCD, Laptop e HD DVD player (blu ray).

La causa di questo declino non è da ricercare soltanto negli effetti della crisi finanziaria e nella riduzione della domanda, ma anche in fenomeni quali l’erosione dei prezzi e la riduzione del tasso di innovazione nei prodotti.

Navigatori portatili, lettori multimediali e fotocamere digital i, fortemente in crescita nell’anno precedente, hanno segnato tassi negativi a due cifre nel 2009: -15% per la navigazione,-11% per i lettori MP3/MP4 e per le fotocamere digitali. I nuovi modelli lanciati negli ultimi mesi non sono riusciti a invertire la tendenza negativa.

Invece vanno bene Tv flat, notebook e Blu-ray. Nel mondo infatti sono stati venduti quasi 100 milioni di Tv Lcd, con una crescita a volume del +33%, ed una flessione a valore del -3%, dovuta ad una contrazione del prezzo medio del -27%. La domanda rimane forte nel terzo trimestre 2009 con 34 milioni di TV LCD venduti. I risultati del servizio GfK Digital World evidenziano in ogni caso un rallentamento nella erosione del prezzo medio (-21% rispetto al terzo trimestre 2008), attestato sui 764 dollari.

Le vendite di TV LCD dovrebbero pertanto continuare a trainare il mercato dell’elettronica di consumo con un incremento del 32%. Per il quarto trimestre GfK prevede infatti un volume di vendite pari a 47 milioni di unità. Di conseguenza il mercato mondiale dei televisori LCD dovrebbe raggiungere nel 2009 un volume complessivo di 145 milioni di unità vendute.

Per quanto riguarda il mercato italiano, da una ricerca Nextplora, commissionata da Samsung Italia, risulta che l’80% degli italiani il prossimo 25 dicembre sarà hi-tech, mentre al 66% piacerebbe ricevere un device digitale.

I giovanissimi da i 18 ai 24 anni preferiscono cellulari e notebook o

netbook; dei 25-34enni, ben il 52% desidererebbe un nuovo cellulare; i 35-44enni s ono molto indecisi, anche se i più rispondono che vorrebbero una fotocamera digitale; nella fascia d’età dai 45 ai 55 anni invece, il regalo tecnologico dei sogni è, per il 43%, la tv a schermo piatto. Infine, uomini e donne hanno gli stessi desideri? Interessante sottolineare anche alcune differenze nelle risposte date da uomini e donne. In particolare, cadono i cliché e anche le donne desiderano per Natale regali tecnologici più che vestiti. Se, infatti, prevedibilmente il 75% degli uomini li vorrebbe trovare sotto l’albero, più della metà delle donne (56%) sogna un telefonino o una tv a schermo piatto. Proprio il cellulare è il regalo tecnologico più atteso dalle donne italiane (39%).

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore