Navteq alla conquista dello Spazio? d’aprile

Workspace

Il pianeta rosso ha già mappe cartografiche dettagliate: sono state elaborate
da Navteq con la collaborazione dell’Agenzia di ricerca spaziale europea (Esra)?
il prossimo obiettivo è Plutone: partenza il 1° aprile 2009?

Ebbene sì, si tratta di un ben confezionato pesce d’aprile. Le mappe cartografiche di Marte non ci sono ancora e nessun uomo ha messo piede sul pianeta Rosso. Però l’idea ci è piaciuta. Il testo diffuso alle agenzie di stampa recitava che Navteq ?aveva sviluppato, nel quadro del progetto NavMars, una serie completa di mappe dettagliate del pianeta Marte, frutto di una collaborazione strategica, tenuta segreta per oltre sei anni, con l’Agenzia di ricerca spaziale europea (Esra)… Cinque anni di missione, di cui 4 nello spazio. L’equipaggio era composto da quattro geo-ricercatori Navteq addestrati presso il centro spaziale Baikonur, in Kazakhstan, e due membri esperti dell’Esra (un pilota e un co-pilota). Questi uomini hanno trascorso 11 mesi su Marte, raccogliendo i dati cartografici del pianeta, oltre a raccogliere e analizzare campioni del suolo per individuare eventuali tracce di fossili. Il racconto era dettagliato: ?La raccolta dei dati è avvenuta impiegando sostanzialmente le stesse tecniche usate sulla Terra. Abbinando cioè le competenze degli uomini con strumentazioni molto sofisticate. Per le operazioni di mappatura sul campo, i ricercatori si sono serviti di speciali veicoli equipaggiati con ricevitori Gps ad alta precisione, montati sul tetto e sulla parte posteriore del mezzo. I ricevitori erano connessi a uno speciale computer portatile di nuova generazione e a un software sviluppato per ricevere dati marziani?. I quattro geo-ricercatori avevano passeggiato su Marte addirittura per più di un anno: ??Quando abbiamo effettuato la nostra prima escursione extraveicolare ? commentava Vincent Astorri, Navteq digital mapping operations team – siamo stati sopraffatti dall’emozione. Eravamo i primi a mettere piede su Marte per rilevare, descrivere e annotare ogni più piccolo dettaglio del pianeta?. Chissà, prima o poi accadrà veramente? Ma non dubitate, ci sarà sempre qualcuno che non ci crederà. Molti, ancora oggi, dubitano che l’uomo sia sbarcato sulla Luna!

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore