Nec va al D-cinema

AccessoriWorkspace

Il passaggio al cinema digitale dall’e-cinema è promosso dai proiettori dedicati al cinema digitale: NC800C, NC1500C e NC2500S

Il D-Cinema rappresenta un passo avanti rispetto al semplice E-Cinema, poiché si tratta di un processo che prevede l’utilizzo di sistemi e apparecchiature supportate da 7 importanti major americane: Disney, Fox, MGM, Paramount, Sony Pictures Entertainment, Universal e Warner Bros. Lo scopo è quello di avere un sistema che rispetti elevatissimi standard qualitativi e, contemporaneamente, offra la massima sicurezza per la protezione dei contenuti. Il D-Cinema rappresenta il vero passo avanti rispetto al cinema tradizionale, l’unico in grado di sostituire la pellicola in termini di qualità dell’immagine.I vantaggi del D-Cinema rispetto al cinema tradizionale dal punto di vista dell’utilizzo sono notevoli: qualità dei contenuti, sempre perfetti e non soggetti ad usura, dalla prima all’ultima proiezione; possibilità di ottimizzare i contenuti video in funzione della sala e dello schermo di proiezione; grande versatilità nella distribuzione con drastica diminuzione dei costi; elevati standard di protezione dei contenuti. Per la realizzazione di un sistema D-Cinema sono necessari i contenuti, un server per la loro gestione (che funziona da sorgente video per il proiettore) e un videoproiettore digitale certificato. NEC, marchio storico nel mondo della video proiezione, è protagonista di questa “rivoluzione digitale” avendo ricevuto l’esclusiva certificazione D-Cinema per i suoi proiettori dedicati al cinema digitale: NC800C, NC1500C e NC2500S. Il primo proiettore D-Cinema di NEC è rappresentato dal “piccolo” NC800C il proiettore digitale per D-Cinema più compatto presente sul mercato, progettato per schermi fino a 8 metri di larghezza. Salendo nella gamma dei prodotti, da gennaio saranno disponibili anche i nuovi NC1500C e NC2500S, progettati per schermi, rispettivamente fino a 15 metri e fino a 25 metri di base. Tutti i proiettori utilizzano la tecnologia DLP a tre chip, con una risoluzione di 2048×1080, solitamente definita 2k. Insieme ai proiettori D-Cinema, NEC mette a disposizione un’unità multimediale denominata MMS1000, che consente di inviare al proiettore (in aggiunta ai contenuti D-Cinema provenienti direttamente dal server) diverse tipologie di segnali video, analogici e digitali. L’unità MMS1000 aumenta in modo consistente la versatilità del proiettore digitale, trasformando il cinema in una sala in cui diventa virtualmente possibile proiettare qualsiasi tipologia di contenuto, dagli eventi sportivi di ogni tipo (partite di calcio, olimpiadi, Gran Premi), fino ai concerti di musica dal vivo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore